sabato 30 marzo 2019

Recensione "Il vestito fortunato" di Aimee Brown

Buon sabato a tutti!
Oggi qui a Palermo la temperatura è un po' freddina ma il bellissimo e caldo sole mi ha concesso il tempo per stare sulla mia sdraio e finire il chick-lit iniziato pochi giorni fa. Una storia carina ma per me un po' troppo inverosimile... la valutazione però è positiva perché nel complesso è stata una lettura piacevole!
Titolo: Il vestito fortunato
Autore: Aimee Brown
Genere: Chick-Lit
Pagine: 220
Editore: Hope Edizioni
Data di uscita:  11 Marzo 2019


Emi Harrison non si è sentita molto fortunata, negli ultimi tempi, specialmente da quando il suo ex fidanzato, Jack Cabot, le ha spezzato il cuore. Per un intero anno, è riuscita a non incontrarlo, ma tutto questo sta per cambiare... Al matrimonio di suo fratello Evan, infatti, Emi dovrà affrontare Jack, la sorella di Jack, i genitori di Jack e la nuova fidanzata di Jack: una ragazza perfida che non si dà per vinta. Che cosa mai potrebbe andare storto?
Ma se indossa il suo vestito fortunato, magari Emi riuscirà a trovare un nuovo amore e ad avere il suo lieto fine!

Appena finito e non so da dove iniziare. Intanto parto dicendo che la storia è raccontata in prima persona dalla protagonista Emi e si alterna tra passato e presente. Emi e Jack sono stati fidanzati per 5 anni, purtroppo a due giorni dalle nozze qualcosa distruggerà la loro relazione e dopo un anno di separazione saranno costretti a rincontrarsi per il matrimonio dei rispettivi fratelli. Mi è molto piaciuta la narrazione tra le varie tempistiche perché mi ha dato modo di conoscere a poco a poco cosa è successo, dal fattaccio fino al loro primo incontro; nel frattempo nel presente ci sarà il matrimonio della sorella di Jack con il fratello di Emi e l'attesissimo incontro.
E fin qui ci siamo... 
La storia è scritta bene a parte qualche refuso (forse di traduzione, non so), si legge che è un piacere e scorre veloce. E' un chick-lit, quindi divertente e leggero, peccato però che la trama è troppo assurda, almeno per me ovviamente.
Partiamo dal presupposto che dopo cinque anni di relazione a pochi giorni dal matrimonio, quindi tutto è pronto ...cerimonia, ricevimento, invitati... scopri il tuo futuro marito con un'altra... e tu che fai, non gli spacchi la testa? 
OK, sei sotto shock e anche tanto e vai via, te lo concedo, ma al primo e unico tentativo di provare a chiarire per avere una qualsiasi spiegazione, lo vedi con una che odi... e che fai? Te ne vai dall'altro capo del mondo senza dare spiegazioni? 
OK, ti trasferisci lontano, va bene, ma nessuno ti viene a dire qualcosa? Nessuno ti chiama o ti assilla? Abbandoni matrimonio e famiglia e chi se ne frega?
Questa è una cosa che non regge... no, no e ancora NO!
Lei è la solita ragazza bellina ma impacciata, una ragazza comune che va all'università e che poi trova il lavoro dei sogni. Lui è il classico principe azzurro, benestante, innamorato, sdolcinato, romantico, gentile e quant'altro si possa volere in un uomo... oltre che sexy ovviamente. Cinque anni di puro amore, tutto perfetto anche troppo... ma lei non chiede, non dice, ha però la forza di reagire e andarsene, e rifarsi una vita in un'altra città.
Ragazzi io non ce la posso fare ... 
Lei mi è piaciuta per la sua forza interiore, una ragazza molto testarda che ha voltato le spalle a tutto e a tutti, ha fatto le valigie e via, ma lui? Non corre da lei, rimane inebetito e non prova a riparare al danno....impensabile! La suocera tanto impicciona e invadente che non fa nulla e se ne sta ora in disparte... 
L'antagonista Greta, esagerata anche lei... insomma per me è troppo.
So che con questa storia l'autrice debutta nel mondo dell'editoria; il libro non è brutto, è scritto bene ed è carino, ma, riferendomi solo a quell'anno di separazione, non posso approvare il comportamento di tutti i personaggi... dai protagonisti ai fratelli, dai suoceri agli amici...  è come se l'autrice, secondo me, avesse voluto calcare un po' troppo la mano con il "drama".
Il presente invece è divertente, anche qui eventi un po' esagerati ma tutto sommato fattibili. Un finale che ci si augura fa da conclusione al tutto. Ammetto che dare una valutazione non è stato facile, ma nell'insieme il libro ha un suo perché dai... sicuramente mi ha fatto sorridere.

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Benny, anche per essere passata come sempre :*

      Elimina
  2. A me pare una storia troppo pasticciato. ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no.... cioè si... più che altro troppe esagerazioni...

      Elimina
  3. L'ho finito solo ieri. Come te non ho apprezzato il ruolo di Jack, che rimane fermo e non fa nulla.

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la tua recensione! Ma il libro non m'ispira molto...
    Un bacione e buon week end :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Danila, effettivamente ci sono chick-lit migliori ;)

      Elimina
  5. Bella recensione, anche se dalle premesse mi aspettavo qualcosa di più da questa storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, difatti il mio voto è perché oltre a quello che a me non è piaciuto, è carino ;)

      Elimina
  6. Dalla tua recensione si deduce chiaramente che non hai trovato coerenza nella trama e nel comportamento dei personaggi. Nonostante dalle tue parole si deduca che è stata una lettura piacevole e divertente, è per me un punto a sfavore perchè reputo la credibilità della trama un elemento molto importante. Per questo non mi convince del tutto... vedremo...

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...