giovedì 30 aprile 2020

Recensione "Pâtisserie Française. Macarons in cerca d’amore" di Margherita Fray

Buongiorno, siamo quasi alla fine del mese e forse a Maggio dovremmo vedere la luce alla fine di questo lungo tunnel... e dico forse visto che ogni volta le cose cambiano...
Oggi vi propongo una lettura molto carina, un chick-lit delizioso pieno di zucchero e tanti biscotti! Leggerlo è stato un piacere peccato solo che mi ha fatto venire voglia di dolci durante tutta la lettura...
Titolo: Pâtisserie Française. Macarons in cerca d’amore
Autore: Margherita Fray
Genere: Chick-Lit
Pagine: 297
Editore: Royal Books Edizioni
Data di uscita: 21 Aprile 2020

IBS.it

AMAZON

Veronica, una venticinquenne romana, si presenta a un colloquio alla Pâtisserie Française. Ed è proprio lì che si imbatte in Pierre Mureau, l’affascinante quanto arrogante, capo pasticcere della pasticceria. Molto francese, molto bello, perfezionista fino alla psicosi. Trova offensivo e riprovevole circa il 90% di quello che fa Veronica. Il suo primo incontro con Pierre non è dei più allegri. Dire che lui la consideri una buona a nulla è riduttivo. Di tutt’altro avviso è Eleonora, la proprietaria della pasticceria, che al contrario del capo pasticcere, è propensa a darle un’opportunità. Quello che all’inizio sembrerà il giusto mix per un disastro, riesce lentamente a diventare altro: Veronica conoscerà lati piacevoli di Pierre che non avrebbe mai immaginato... finché non scoprirà che anche l’irreprensibile Mureau ha dei segreti piuttosto ingombranti.Sullo sfondo di una Roma torrida e asfissiante, Veronica conosce una versione più matura e adulta di sé, e impara cosa sono l'amicizia e l’amore.

mercoledì 29 aprile 2020

W...W...W...Wednesday #100

Buongiorno a tutti miei cari!
...rullo di tamburi.... 
Sono arrivata al 100esimo post della rubrica W...W...W...
Hip hip urrà! va bene, ok, torno seria...

........

Come sempre oggi il RECAP settimanale, rispondendo alle solite domande.

Cosa stai leggendo? (What are you currently reading?)
Qual è il libro che hai appena finito? (What did you recently finish reading?)
Quale sarà la tua prossima lettura? (What do you think you’ll read next?)

Cliccando sui titoli sarete indirizzati ad Amazon

lunedì 27 aprile 2020

Made in Italy #58

Buon Lunedì a tutti!
Come sapete ogni tanto in questo giorno della settimana posto la rubrica "Made in Italy", in cui vi segnalerò libri italiani di autori emergenti (autopubblicati e non) che ho trovato in giro per la rete o che mi sono stati segnalati dagli autori stessi. Lo scopo di questa rubrica è quello di farvi conoscere nuovi scrittori, che sicuramente meritano tutta la nostra attenzione!

Voglio precisare inoltre che questi non sono libri che ho letto, quindi non ci sarà la mia opinione personale.

Ma iniziamo subito....

sabato 25 aprile 2020

Segnalazione - "I segreti di una culla vuota" di Federica Cabras

Titolo: I segreti di una culla vuota
Autore: Federica Cabras
Genere: Thriller
Pagine: 277
Editore: Officina Milena
Data di uscita: 20 Febbraio 2020

IBS.it

AMAZON

Quando il marito Lorenzo muore, la trentunenne Beatrice impazzisce di dolore. Non è che uno spettro della bellissima donna in carriera di un tempo. Rimasta da sola, Beatrice si accorge che una figura sconosciuta e misteriosa la osserva, seguendola dappertutto. Quella persona conosceva suo marito? Bea non immagina che il brillante avvocato che ha sposato anni prima abbia nascosto un terribile segreto: in che modo quell'uomo che lei credeva buono e onesto è collegato alla morte del piccolo Giorgio Marcialis? Con il sostegno del giornalista Samuele, Beatrice intraprende l'insidioso cammino per arrivare alla verità. Un cammino lungo il quale scoprirà che molte persone hanno le mani sporche, anche quelle di cui si fidava.

Biografia

Federica Cabras ha 28 anni e ama la scrittura. Si laurea in Lettere moderne nel 2015 e consegue più tardi un master in “Criminologia e sicurezza nel mondo contemporaneo” con una tesi sulla figura di Amanda Knox. Ha ricoperto il ruolo di editor e correttrice di bozze. Lavora per Vistanet, un giornale attivo nella sua regione, la Sardegna, e cura la sezione libri di M Social Magazine. Si classifica tra i primi dieci al concorso letterario “Insieme” con il suo racconto “Cielo di maggio”. Nel 2019 fa il suo ingresso nella Literary Romance con il romanzo ironico “Un sogno, un amore e un equivoco”.

Intervista
(dal sito della Casa Editrice)

venerdì 24 aprile 2020

Anteprima - "Il paese dalle porte di mattone" di Giulia Morgani, uscirà il 14 Maggio!

Titolo: Il paese dalle porte di mattone
Autore: Giulia Morgani
Genere: Narrativa
Pagine: 352
Editore: Harper Collins
Data di uscita: 14 Maggio 2020

AMAZON

Un paese del Sud Italia nasconde un mistero.
Un giovane uomo dovrà scoprirne la storia. 

Atmosfere gotiche pervase da un senso di costante allarme, una storia dolorosa che si dipana gradualmente pagina dopo pagina, uno stile unico: l’esordio di una nuova voce della letteratura italiana.

«Non hai paura?» Il bambino lo guardava con due occhi sinceramente preoccupati, continuando a stringergli la mano.
«Paura? Perché dovrei averne, piccoletto?» rispose Giacomo con un sorriso.
«Perché vivi in quella casa.»

Giacomo Marotta è un giovane ferroviere. La guerra è finita da poco e lui ha appena ricevuto un nuovo incarico: sarà il capostazione di Centunoscale Scalo, un paese di un centinaio di abitanti, un luogo che Giacomo immagina come un’oasi di pace e serenità. È l’inizio di una nuova vita e di un futuro che si prospetta luminoso. Ma l’accoglienza che riceve non è quella che si aspetta: non è ancora sceso dal treno che lo porta a destinazione quando una donna gli dice, con uno sguardo ostile e ferino, che non è il benvenuto lì, che a Centunoscale se la possono cavare da soli.
Questo è solo il primo di una serie di incontri inquietanti. Incontri che portano con sé mille domande e interrogativi, mettendo a dura prova l’entusiasmo del giovane capostazione.
Chi sono davvero i suoi padroni di casa? E chi è il bambino, i capelli grigi come cenere, che vaga per le strade di Centunoscale? E perché quelle case diroccate, quei muri angoscianti di mattone?
Cosa nascondono i paesani? Quale segreto si cela dietro ai silenzi e alle stranezze di Centunoscale Scalo?

Giulia Morgani, al suo esordio letterario, riesce, con l’abilità che può derivare solo dal talento, a incantare chi legge con le atmosfere gotiche e inquietanti di Centunoscale Scalo, paese immaginario ma che è naturale dipingersi mentalmente nell’entroterra dell’Italia centromeridionale.

Il paese dalle porte di mattone segna il debutto di una nuova grande autrice, una voce unica e per intensità narrativa e per la capacità di evocare mondi al tempo stesso vicini e lontani.

L'autrice

Giulia Morgani, nata a Salerno, è attrice e sceneggiatrice. Si laurea in Scienze della Comunicazione a Roma dove attualmente vive. Completa il suo percorso universitario alla Bocconi di Milano. Allieva della Scuola Holden, ha collaborato alla stesura di numerose sceneggiature. Nel 2015 scrive e interpreta il film Il guardiano del ghiaccio, venduto anche all’estero. Il paese dalle porte di mattone è il suo primo romanzo.

giovedì 23 aprile 2020

Review Party - "Remember Tiffany" di Francesca Baldacci

Buongiorno a tutti.
Oggi il blog partecipa all'evento organizzato dalla Literary Romance per il nuovo libro di Francesca Baldacci, per noi l'ha letto Mariagrazia che l'ha riportata indietro nei magnifici anni '60!
Titolo: Remember tiffany
Autore: Francesca Baldacci
Genere: Romance
Pagine: 169
Editore: Literary Romance
Data di uscita: 25 Marzo 2020

IBS.it

AMAZON

Sta per tornare l’estate, Angy si trova con le zie, Camilla e Gisella, per una nuova stagione all’hotel Tiffany, di cui le due sono titolari. Angy è curiosa circa il loro passato di albergatrici e di quando erano ragazze, negli anni Sessanta, e i genitori erano proprietari di una pensioncina a San Benedetto del Tronto chiamata Sole & Mare. Oltre a lavorare, le sorelle, si divertivano: la spiaggia pullulava di bei ragazzi! I tempi, certo, erano diversi. Gisella rievoca quel periodo, e in particolare l’estate del 1962: ha diciotto anni, sua sorella Camilla sedici. Gisella è la più gettonata fra le due, però molto diffidente in amore per via di Lele, con cui l’anno prima aveva trascorso un’estate fantastica. Ma Gisella ha anche un carattere tosto ed è più in forma che mai e quando Lele ritorna, con l’aria di voler ricominciare, lei non ci sta. L’estate promette grandi cose: le due sorelle aiutano i genitori in hotel, poi escono, si divertono, vanno al cinema, alle feste danzanti, partecipano ai concerti di Peppino Di Capri, di Mina. Intanto anche Camilla fa le sue conquiste: ama Rodolfo che lavora in un bar molto in voga in quel periodo, il “Blue River”. Tornate ai giorni nostri, le zie raccontano ad Angy il resto della storia. Intanto, la stagione nuova dell’hotel Tiffany sta per cominciare…

mercoledì 22 aprile 2020

Blog Tour - Recensione "Cuore Oscuro - The Destiny's Stone" di Mariarosaria Guarino

Buongiorno a tutti ragazzi, oggi col mio blog partecipo al Blog Tour organizzato per l'uscita del nuovo romanzo di Mariarosaria Guarino, talentuosa autrice che io adoro. La mia recensione darà il via alla seconda parte del Tour... nella prima abbiamo avuto modo di conoscere i personaggi, le ambientazioni e l'autrice stessa con una serie di interviste, da oggi invece inizia la seconda parte che comprende le nostre opinioni personali sul libro, letto prima dell'uscita. Se volete seguire tutte le tappe e recuperare quelle già passate cliccate il link qui sotto :)

Titolo: Cuore oscuro - The destiny’s stone
Autore: Mariarosaria Guarino
Genere: Fantasy
Pagine: 202
Editore: collana Starlight
Data di uscita: 18 Aprile 2020

AMAZON

Una fata egoista e superba, questo si aspettano che sia il re della corte unseelie, dove gli esseri hanno tutti un’indole malvagia. Ma Aidan è molto di più: mascherati da battute e dimostrazioni della propria grandezza, si celano in lui anche degli atti di gentilezza e il suo pensiero è sempre fisso al benessere del popolo.
Quando però il principe degli elfi si presenta a palazzo per chiedere aiuto, parlandogli dei poteri di una gemma che si è incrinata e porterebbe alla distruzione del mondo magico, Aidan non è convinto delle sue parole. La pietra del destino è solo una leggenda, non ci sono prove della sua esistenza e nessuno sta minacciando il suo regno.
Questo finché, un giorno, una creatura oscura ignora i suoi ordini. Nessuno si è mai ribellato prima e questo lo spinge a partire, insieme agli altri rappresentanti dei regni magici:  la bella ninfa Alfea, il saggio principe degli elfi e l’affascinante delegato della corte seelie, una creatura diffidente e determinata a tenerlo lontano. Alistair è tutto ciò da cui Aidan vorrebbe fuggire, ma farsi beffe di lui lo diverte. Per la fata della luce lui rappresenta un pericolo, ma l’attrazione e le prove sempre più intime a cui vengono sottoposti mettono a dura prova la loro resistenza.
Quello che inizia come un viaggio per la salvezza, si rivela presto un percorso ricco di ostacoli dove non sono richiesti solo l’uso della magia o l’abilità nel risolvere i problemi, ma anche la capacità di fronteggiare i tormenti interiori, i dolori passati… e se stessi.

“Non volevo fargli del male, volevo solo che mi lasciasse in pace e che tutto tornasse come prima, perché quando non lo conoscevo potevo fingere che tutto andasse per il meglio, che il mio mondo fosse perfetto.

martedì 21 aprile 2020

Concorso letterario: In mille parole #6 - Tema FATECI RIDERE... il vincitore è....

Buongiorno a tutti! Il 24 Ottobre è partito un concorso letterario, indirizzato a tutti gli autori che avevano voglia di mettersi alla prova e che erano pronti a cogliere ogni occasione per scrivere e farsi leggere. Alex Astrid (piccola creatura ma con un pozzo di idee) del blog "Vuoi conoscere un casino" ha deciso infatti di organizzare un concorso per racconti brevi a tema, al quale possono partecipare autori emergenti e scrittori dilettanti. Io, Alex e Francesca del blog Libri, libretti e libracci siamo i giudici! Se volete saperne di più leggete fino in fondo dove troverete anche il link per sapere come funziona, perché il concorso è ancora in atto e ogni mese ci sarà un tema differente.
Il tema di questo mese è stato "FATECI RIDERE" e il vincitore è:

Alessandro Ricci

con

Le megere lagnone

Mi chiamo Benjamin Stroke e non amo ridere.
Per un Cacciatore di Mostri le occasioni per ridere sono più rare di un licantropo con l’alopecia e, secondo il mio modesto parere, più inutili di un negozio di cappelli a Sleepy Hollow.
Non c’è molto da star allegri se il tuo lavoro è dare la caccia a esseri terribili, pronti a sbranarti alla minima esitazione. Forse non lo sapevate ma il detto “il riso fa buon sangue” l’ha inventato Dracula.
Noi Stroke non siamo dei bontemponi, le uniche battute di spirito che ci interessano sono le ricerche di fantasmi nei cimiteri sconsacrati. Non ridiamo mai, nemmeno in foto.
Ricordo con tenerezza quel povero fotografo che si mise in testa di scattarci un’allegra foto di famiglia: al suo ennesimo invito a sorridere, mia sorella Evelyn, detta la Musona, gli scagliò contro una forma di pecorino. Il poveretto non si è più ripreso, si scoprì che era allergico al lattosio.
Non mi sarei mai aspettato di dover usare l’ironia per risolvere un caso.
Ma questo è successo dopo che sono passato nell’Aldiqua e ho incontrato quel piccolo esserino luminoso che risponde al nome di Luna.
La storia di stanotte è senza dubbio la più spassosa che sentirete raccontare da un fantasma e si intitola “le megere lagnone.”

***

Era una notte come tante a Villa Lugubre, mi ero appena svegliato ed ero di pessimo umore.
Pernacchia, Disastro e Sberleffo avevano scoperto la loro vena musicale e si erano procurati alcuni vecchi strumenti. Da qualche tempo avevano deciso di torturare le mie povere orecchie con note dissonanti, tamburi fuori tempo e strimpelli stonati.
“Non lo capirò mai il Jazz” dissi a Mr. Jingles mentre lo raggiungevo in cantina, alla ricerca di un po’ di pace.
“Squiiiit, squit!”
“Si hai ragione, per fortuna non ho le orecchie. Altrimenti impazzirei” risposi stropicciandomi gli occhi, che non avevo. “Tu stai mangiando, come al solito?”
Mr. Jingles alzò il musetto dal libro, sulla copertina in bianco e nero sorrideva una bella ragazza, ingenua e maliziosa allo stesso tempo, il titolo recitava “Colazione da Tiffany”.
“Squiiiit”
“Si lo so che è il pasto più importante della giornata. Ma vacci piano con quella roba americana, è molto calorica.”
“Squit, squiiiit?” domandò il ratto, cercando di cambiare discorso.
“Non so se verrà stanotte, è qualche giorno che non si vede. Vuol dire che le cose vanno bene.”
Come a volermi contraddire, una luce si accese nella notte e ondeggiando imboccò il sentiero sulla collina. Era la torcia che le avevo regalato dopo che per poco non era caduta, inciampando nello scheletro di Nonno Lugubre. Quel vegliardo aveva il cranio pieno di bacarozzi e dimenticava ovunque i suoi femori.
Dopo pochi minuti la riunione delle Sentinelle era nel vivo.

“Stanno avvenendo dei fatti insoliti all’orfanotrofio” disse la bambina sfogliando il suo taccuino.
“Hai fatto delle indagini?”
“Si, sono giorni che tengo d’occhio la situazione. Tutto è iniziato con i segnalibri. Quando qualcuno all’orfanotrofio decide di rilassarsi leggendo un po’ trova il segnalibro in un punto diverso da dove lo aveva lasciato. Anche molte pagine avanti, così magari prima di accorgersene legge qualche riga, rovinandosi la sorpresa.”
“Terribile! Continua.”
“Poi c’è questa cosa dei calzini: ogni volta che si fa il bucato un calzino sparisce, lasciandone uno solitario e inutilizzabile. Ma la cosa più strana succede all’ora del bagno, non appena ci si spoglia ci si infila nella vasca bella calda… qualcuno bussa alla porta, costringendoti ad uscire. Succede sempre. Non mi lavo da giorni ormai.”
“Squiiit…”
“Si hai ragione Mr Jingles” aggiunsi. “Meno male che non ho neppure il naso.”
“Senza ombra di dubbio si tratta di un maleficio” disse Luna. “Potrebbero essere stati i Poltergeist?”
“Impossibile, hanno un alibi di ferro. E rumoroso per giunta. L’unico maleficio che hanno fatto in questi giorni è stato contro la musica.”
“Squiiiit.”
“Hai visto dei movimenti strani nel bosco, Mr. Jingles? Allora che aspettiamo? Andiamo.”

Bosco Lugubre era un ammasso di alberi scuri e morenti che aveva preso il nome dalla Villa. Era stato chiamato così perché i proprietari non avevano una gran voglia di perdere tempo a inventare nomi per i boschi.
Non dovemmo cercare molto prima di trovare una traccia, eravamo cacciatori provetti ormai e l’odore di zuppa marcia era un indizio forte.
L’afrore di cavolo bollito e rospo schiacciato ci portò in una radura, al centro ribolliva un grosso calderone nero. Attorno alla mefitica sbobba , tre vecchie coperte di stracci borbottavano.
“Cosa state facendo qua?” dissi in tono autoritario.
“Che domande! Facciamo dei sortilegi” rispose la prima delle tre.
“Allora siete voi che state creando tutti quei disordini all’orfanotrofio” le accusò Luna facendo un passo avanti.
“Squiiit?”
“Ha ragione Mr. Jingles, perché lo fate?”
“Un’altra domanda stupida” intervenne la seconda. “Siamo le Sorelle Fatali, facciamo sortilegi da seicento anni. Inoltre ci tira su il morale quando siamo tristi.”
“Perché siete tristi?”
Il tono di Luna si era fatto più calmo. Nonostante fosse un’implacabile cacciatrice di mostri non mancava mai di preoccuparsi dei sentimenti altrui.
“Beh, difficile da dire” rispose la terza. “Prima abitavamo in una tragedia, immagino che ci sia rimasto il magone.”
“Adesso però siete in una favola, dovreste essere felici.”
Le tre sorelle confabularono tra di loro per qualche minuto, poi risposero in coro.
“Se siamo veramente in una favola, provatelo. Fateci ridere.”
“Sapete qual è il colmo per un vampiro?” dissi prendendo l’iniziativa. “Non essere in vena”
La prima megera fece un timido sorrisino ma le altre due mantennero la loro espressione imbronciata e rugosa.
  “Sapete qual è il colmo per una strega?” provò Luna. “Smettere di fare fatture per non pagare l’IVA.”
La prima e la seconda strega sghignazzarono divertite, dalla terza nemmeno un sussulto.
“Squiiit, squitt? Squittt!” le incalzò Mr. Jingles.
Le streghe tacquero per qualche secondo, prima di scoppiare in una fragorosa risata. Una si teneva la pancia, un’altra si rotolava a terra e l’ultima addirittura lacrimava per il gran ridere.
Stavano ancora sghignazzando quando ce ne tornammo a Villa Lugubre.

***

Fu così che le streghe divennero nostre buone amiche e risolvemmo il problema dei malefici: facendole ridere. Roba da non credere.
Come dite? Volete sapere cosa ha raccontato Mr. Jingles?
Ma dai, non mi dite che non l’avete capita.

L'Autore

Salve a tutti, per chi non mi conoscesse, io mi chiamo Alessandro Ricci.
Amo raccontare storie e favole e ho creato questa pagina per chiunque avesse voglia di leggerle o proporne delle sue.
Sono nato il 15 Dicembre 1981, me lo ricordo benissimo era Martedì, non che cambi qualcosa ma è sempre meglio che nascere di Lunedì. Il Lunedì non piace a nessuno. Sono stato uno studente pigro e indolente e sinceramente ancora non mi spiego come ho fatto a terminare il Liceo Scientifico senza mai essere bocciato. E con questo termina tutta la mia carriera accademica, con un esame di maturità passato per rotta di collo e un orale da miracolato.
Per mantenermi lavoro come impiegato in un’azienda farmaceutica dalle 08:00 alle 17:00, dopo l’ufficio inizia il mio secondo lavoro da Personal Trainer e Istruttore di Fitness Musicale, questo per 5 giorni a settimana, il weekend di solito riesco a scrivere e a leggere, passioni che mi hanno sempre accompagnato fin da piccolo.
Infatti nonostante il poco amore per lo studio sono sempre stato un lettore vorace e appassionato, ricordo ancora il mio primo libro, letto dal Maestro Marco in seconda elementare. Si intitolava “le Streghe” e l’autore era Roald Dahl. Da quel giorno l’amore per la letteratura per ragazzi non mi ha mai lasciato, portandomi alla scoperta degli altri autori da Anotine de Saint Exupery a Rodari; che considero i principali colpevoli del mio istinto a viaggiare continuamente per mondi fantastici e ad avere scarse capacità di concentrazione. A loro devo anche la mia voglia di scrivere e di raccontare alle persone quello che scopro nei miei viaggi e magari a riuscire a portarli un po’ con me. Tutto sommato più che uno scrittore sono una guida turistica.
Ho avuto la grande fortuna di veder pubblicato il mio primo romanzo per ragazzi dal titolo “Il Fabbricante di Suoni” per la casa editrice Arpeggio Libero, un mio racconto è apparso di recente nell’antologia Fantasy “Bestie d’Italia” per NPS Edizioni e nel 2020 uscirà il mio secondo romanzo sempre per NPS Edizioni.
Spero di aver detto tutto.

Podio

1. Alessandro Ricci, con "Le megere lagnone"

2. Monica Giovanni Binotto, con "Ridere per non piangere" e Alessandro Gnani, con "L'amnesia"

3.  Giovanni Ponzone, con "Despacho" e Mariele Rosina, con "Scoperto il rimedio del secolo"
Se siete interessati QUI trovate le regole

lunedì 20 aprile 2020

Made in Italy #57 - Arlie Weston e la serie "Confident"

Buon Lunedì a tutti!
Come sapete ogni tanto in questo giorno della settimana posto la rubrica "Made in Italy", in cui vi segnalerò libri italiani di autori emergenti (autopubblicati e non) che ho trovato in giro per la rete o che mi sono stati segnalati dagli autori stessi. Lo scopo di questa rubrica è quello di farvi conoscere nuovi scrittori, che sicuramente meritano tutta la nostra attenzione! 
Voglio precisare inoltre che questi non sono libri che ho letto, quindi non ci sarà la mia opinione personale. Ma iniziamo subito.... 

Oggi con l'occasione dell'uscita dell'ultimo libro, vi segnalo la trilogia completa di Arlie Weston, pseudonimo di un'autrice e compositrice italiana. Arlie vive a Roma da dieci anni ma è sempre in giro per lavoro. Nel tempo libero le piace scrivere storie. "Mai innamorarti del tuo confidente" è uno dei suoi più recenti esperimenti.

sabato 18 aprile 2020

Anteprima - "Emmeline" di Estelle Hunt, uscirà il 24 Aprile!

Titolo: Emmeline
Autore: Estelle Hunt
Genere: Romance Storico
Editore: Hope Edizioni
Data di uscita: 24 Aprile 2020


Quando Emmeline Brant partecipa alla sua prima stagione ha solo diciotto anni e tante speranze per il futuro. Tuttavia, neppure nei suoi sogni più segreti avrebbe mai immaginato di suscitare l’amore di Julian Severn, il Marchese di Newbury. L’uomo che da sempre possiede il suo cuore.
Un crudele ricatto costringe Julian a piegarsi alle consuetudini imposte dal suo rango. Tra aristocratici freddi e calcolatori, donne amorali, bugie e tradimenti il loro futuro sembra segnato per sempre.
Devastata dal dolore, Emmeline parte per New York, dove si immerge nel mondo dorato dell’alta società, sperando così di curare il proprio cuore infranto. Grazie alla presenza di donne straordinarie e alla possibilità di un nuovo amore, la felicità sembra di nuovo a portata di mano. Eppure, il destino non ha finito di giocare con Emmeline e Julian. Richiamata in Inghilterra, Emmeline scoprirà che dietro gli eventi passati si nascondono tremende verità e che l’amore, quando è autentico, non muore mai.

mercoledì 15 aprile 2020

The Epic Birthday Blog Tag

Buongiorno a tutti! Oggi è il mio compleanno e qualche mese fa, precisamente ad Agosto, sono stata nominata da Ilaria del blog Buona lettura (qui il link della nomina) e da Benny del blog Io amo i libri e le serie TV (qui il link della nomina) per questo Tag, finalmente oggi posso ringraziare come si deve:

GRAZIE AD ENTRAMBE PER AVERMI PENSATA

REGOLE
  • Sempre, sempre, sempre fare pingback/link al sito di icebreaker694 (vuole vedere le nostre risposte).
  • Postare questo TAG il giorno del vostro compleanno! Oppure no, vedete voi.
  • Rispondere alle domande! (Probabilmente dovrete fare un po’ di ricerca ma si spera non sia nulla di troppo impegnativo)
  • Tagga quanti più blogger puoi! (Almeno +1 così il tag non muore)

DOMANDE

Quando compi gli anni?

oggi, 15 Aprile

Qual è il tuo segno zodiacale?

Ariete

Qual è la tua pietra di nascita?

Diamante

Conosci qualcuno che compie gli anni il tuo stesso giorno?

Sì, un ragazzo, che però non frequento ormai da moltissimi anni.Tra l'altro è nato il mio stesso giorno, stesso mese e stesso anno!

Quale evento storico è accaduto il giorno del tuo compleanno?
  • Nell'anno 2013 - ATTENTATO ALLA MARATONA DI BOSTON
  • Nell'anno 2010 - ERUZIONE DEL VULCANO ISLANDESE EYJAFJALLAJÖKULL
  • Nell'anno 1982 - GIUSTIZIATI CINQUE RESPONSABILI DELL'ASSASSINIO DI ANWAR AL-SADAT
  • Nell'anno 1942 - SECONDA GUERRA MONDIALE: MACARTHUR ASSUME IL COMANDO DELLE FORZE ARMATE DEL PACIFICO
  • Nell'anno 1941 - PRIMO VOLO DI UN PROTOTIPO DI ELICOTTERO
  • Nell'anno 1923 - INTRODUZIONE SUL MERCATO DELLA INSULINA PER DIABETICI
  • Nell'anno 1919 - INCENDIO DELLA REDAZIONE DELL'AVANTI! DA PARTE DEI FASCISTI
  • Nell'anno 1896 - CHIUSURA DEI PRIMI GIOCHI OLIMPICI MODERNI
  • Nell'anno 1874 - PRIMA MOSTRA DEGLI IMPRESSIONISTI
  • Nell'anno 1792 - COLLAUDO DELLA VERSIONE FRANCESE DELLA GHIGLIOTTINA
  • Nell'anno 1783 - RATIFICA DEGLI ARTICOLI PRELIMINARI PER LA FINE DELLA RIVOLUZIONE AMERICANA
  • Nell'anno 1738 - PRIMA RAPPRESENTAZIONE DEL SERSE DI HANDEL
  • Nell'anno 1450 - BATTAGLIA DI FORMIGNY
  • Nell'anno 1155 - INCORONAZIONE DI FEDERICO BARBAROSSA A RE D'ITALIA
  • Nell'anno 1989 - INIZIO DELLA PROTESTA DI PIAZZA TIENANMEN (CINA)
  • Nell'anno 1912 - IL TITANIC AFFONDA DOPO AVER COLPITO UN ICEBERG
Cosa fai di solito per festeggiare il tuo compleanno?

Sicuramente torta e candeline! Prima invitavo qualche amico a casa, ora mi limito a festeggiarlo in famiglia o da sola con mio marito, dipende!

Sei nata di mattina, di pomeriggio o di sera?

Sono nata alle 4 di mattina, ed ecco perchè ho il sonno leggero e mi bastano anche sei ore a notte...

Se potessi avere qualsiasi regalo per il tuo compleanno cosa desidereresti?

Una grande villa, in cui avere una stanza relax solo per la lettura, con vetrata vista giardino :P

Qual è il tuo primo ricordo relativo al tuo compleanno?

Ricordo la mia famiglia riunita e i compagni di scuola, come sempre la nonna mi faceva due torte, una con panna e fragole (la tradizione resta ancora anche se la nonnina ormai non c'è più) e una torta al cacao.

Come è stato scelto il tuo nome?

Se ricordo bene i miei genitori durante il loro viaggio di nozze hanno conosciuto due bambine che avevano i nomi di mia sorella e mio... credo...

Hai mai dimenticato il tuo compleanno?

Mai e poi mai! Come sa bene anche mio marito il mio compleanno si festeggia per tutto il mese di Aprile XD

Book flash: 5 libri che vorresti come regalo per il tuo compleanno

Ecco a voi la lista su Amazon, se volete siete sempre in tempo per farmi un regalo :P
Wish List Amazon

INFINE, BUON COMPLEANNO! PRENDITI IN GIRO CON UNA GIF!


BLOG TAGGATI

giovedì 9 aprile 2020

Anteprima - "Pâtisserie Française. Macarons in cerca d’amore" di Margherita Fray, uscirà il 21 Aprile!

Titolo: Pâtisserie Française. Macarons in cerca d’amore.
Autrice: Margherita Fray
Genere: Chick lit
Editore: Royal Books Editori
Data di uscita: 21 aprile 2020


Veronica, una venticinquenne romana, si presenta a un colloquio alla Pâtisserie Française. Ed è proprio lì che si imbatte in Pierre Mureau, l’affascinante quanto arrogante, capo pasticcere della pasticceria. Molto francese, molto bello, perfezionista fino alla psicosi. Trova offensivo e riprovevole circa il 90% di quello che fa Veronica. Il suo primo incontro con Pierre non è dei più allegri. Dire che lui la consideri una buona a nulla è riduttivo. Di tutt’altro avviso è Eleonora, la proprietaria della pasticceria, che al contrario del capo pasticcere, è propensa a darle un’opportunità. Quello che all’inizio sembrerà il giusto mix per un disastro, riesce lentamente a diventare altro: Veronica conoscerà lati piacevoli di Pierre che non avrebbe mai immaginato... finché non scoprirà che anche l’irreprensibile Mureau ha dei segreti piuttosto ingombranti.
Sullo sfondo di una Roma torrida e asfissiante, Veronica conosce una versione più matura e adulta di sé, e impara cosa sono l'amicizia e l’amore.

mercoledì 8 aprile 2020

W...W...W...Wednesday #99

Come sempre oggi il RECAP settimanale, rispondendo alle solite domande.

Cosa stai leggendo? (What are you currently reading?)
Qual è il libro che hai appena finito? (What did you recently finish reading?)
Quale sarà la tua prossima lettura? (What do you think you’ll read next?)

Cliccando sui titoli sarete indirizzati ad Amazon

sabato 4 aprile 2020

Segnalazione - "La scelta dell'Angelo" di Valentina Piazza

Titolo: La scelta dell'Angelo
Autore: Valentina Piazza
Genere: Paranormal Romance
Pagine: 327
Editore: Self Publishing
Data di uscita: 30 Marzo 2020


È pronto a sfidare ogni legge, pur di salvarla. Darà tutto, solo per poterla amare.

In una Londra sconvolta da avvenimenti inspiegabili, l’amore impossibile tra la dottoressa Lilith Withaker e Gabriel diviene realtà. La ragazza, però, capirà presto che nel cuore dell’uomo che ama c’è più di quanto appaia a un primo sguardo.
Gabriel nasconde un segreto. Come tutti i suoi fratelli, ha attraversato le ere della storia, compiendo una scelta che ha cambiato il suo presente, determinando per lui un nuovo futuro. Cosa accadrebbe, però, se il Male si riversasse sulla terra e fosse alla sua ricerca? Cosa sarebbe pronto a fare se tutto ciò che ama fosse in pericolo? La nuova, dolorosa, decisione che Gabriel sarà chiamato a prendere può mutare ancora una volta il corso del suo destino, e quello di tutti noi.

«Ti ho visto e ti ho amato, dal primo momento. Odio essermelo concesso. Vorrei dirti che, quando ti guardo, non provo niente, ma mentirei; per ogni secondo che passiamo insieme sento la mia anima che esplode.»

Estratto

Vide Gabriel avvicinarsi e tese una mano a fermarlo; non voleva essere toccata, temeva di sgretolarsi tra le sue braccia. «In poco tempo è successo l’impossibile e io mi sono legata. Ti amo, cazzo. Ti amo da morire e ho paura per te. Non capisci?» Si passò le mani tra i capelli, quasi disperata. Ricordò quello strano oggetto appeso in sala e il potere che lo circondava. «Ti ho visto e ti ho amato, fin dal primo momento. Odio essermelo concesso. Vorrei dirti che quando ti guardo non provo niente ma mentirei; per ogni secondo che passiamo insieme, sento la mia anima che esplode.»
Gabriel le stava a un palmo dal viso e non si scostò mentre lei gli urlava addosso quelle frasi che erano di amore e dolore insieme anzi, le assorbì; a Lilith sembrò quasi che se ne cibasse, come potrebbe fare solo un uomo perennemente affamato.

venerdì 3 aprile 2020

Recensione "I guerrieri delle maree" di Catherine Doyle

Bentrovati tutti, ormai sappiamo che la Pasqua ce la faremo a casa senza grigliate e la famiglia vicino, al massimo un mega video party! Devo iniziare a pensare cosa cucinare per rendere almeno gradevole la mancanza della cucina della suocera, e poi ho dovuto disdire il week-end di Pasqua e pasquetta che ancora nel mio cuore speravo di fare... e va bè... ci rifaremo dopo! Parlando invece di libri, ho terminato il seguito della Doyle che ha sì confermato la bravura dell'autrice... però devo dire che sti ragazzini mi spazientiscono ogni tanto eh!
Titolo: I guerrieri delle maree
Autore: Catherine Doyle
Genere: Libri per ragazzi
Pagine: 259
Editore: Mondadori
Data di uscita: 18 Febbraio 2020

IBS.it

AMAZON

Fionn Boyle è il Custode delle Tempeste da cinque mesi, quando terrificanti orde di PredaAnime invadono Arranmore. I seguaci della temuta strega Morrigan sono giunti per farla risorgere e il ragazzo, prescelto per essere il difensore dell'isola, non ha il potere di fermarli: la magia lo ha abbandonato e questa volta il nonno, la cui memoria si fa sempre più labile, non può aiutarlo. Fionn è convinto di avere un'unica speranza: ritrovare il perduto esercito di Tritoni di Dagda. Ma ormai da secoli non si crede più che le feroci creature marine dalla pelle blu e i denti di squalo esistano, e nessuno è disposto a fidarsi di lui. Fionn però non si dà per vinto. E mentre gli abitanti dell'isola si preparano alla battaglia per salvare Arranmore, si lancerà con gli amici Shelby e Sam in una disperata lotta contro il tempo alla ricerca dei leggendari guerrieri. Il destino del mondo grava sulle sue spalle e, senza magia, dovrà fare appello a tutto il suo coraggio. Età di lettura: da 12 anni.

La serie "Storm Keeper"

01 - Il custode delle tempeste
02 - I guerrieri delle maree
03 - The lightning tree

mercoledì 1 aprile 2020

Monthly Recap #24 - Marzo 2020

Marzo è giunto al termine, un mese molto strano e apocalittico... noi che leggiamo tanto e siamo amanti di serie TV e film stiamo vivendo una realtà letta tante volte, ma che mai ci saremmo aspettati di vivere come il film Virus letale con Hoffman!
Proprio per questo motivo l'editoria ha rallentato le uscite... fino a che alcune CE si son proprio fermate con le pubblicazioni, ecco perché in questo mese ho aggiunto solo due libri alla mia libreria.
Ma anche qui io vedo il lato positivo, una pausa per darmi il tempo di smaltire i libri che sicuramente  tanti come me abbiamo impolverati tra i nostri scaffali... oppure possiamo rileggere qualcosa che avremmo tanto voluto fare ma che non ne avevamo mai avuto il tempo... ecco, questo è il momento, approfittiamone!

Visto il post scarno che sarebbe stato, ho deciso di modificare questo appuntamento mensile trasformandolo in un "Mounthly Recap" adeguandomi anche alla stessa rubrica che molti blog già eseguono da tanto... così anch'io ho deciso di aggiungere oltre ai nuovi libri anche quelli che ho recensito nel blog durante il mese passato... che dite, ho fatto bene? :P
Ma comunque... veniamo a noi ed eccolo qui il bottino libroso di Marzo e il Recap delle recensioni avvenute!
CARTACEI
Titolo: La memoria delle farfalle
Autore: Annamaria Piscopo
Genere: Narrativa per ragazzi
Pagine: 288
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 3 Marzo 2020

IBS.it

AMAZON

Giulia ha sedici anni, pochi grilli per la testa e un'amica del cuore, Alice, con cui trascorre tutte le sue giornate tra la scuola e il tempo libero. Finché un giorno Alice muore sotto i suoi occhi e il mondo di Giulia va in pezzi. Una sera incontra Mattia: diciotto anni, capelli ribelli, un ragazzo dolce e semplice che nelle ore libere dal liceo lavora in un allevamento di farfalle, la sua passione. Anche lui ha subito una perdita, sua madre è morta pochi mesi prima e sta ancora cercando di ricostruire la sua vita attorno a quell'assenza. Giulia e Mattia si cercano, si innamorano, si perdono, fino al momento in cui capiscono che insieme possono essere più forti. Ma con il passare dei mesi, Giulia si rende conto che la realtà intorno a sé nasconde delle ombre. Alice aveva dei segreti e lei, forse a causa del trauma della perdita, li aveva dimenticati. Un passo alla volta, Giulia deve trovare il coraggio di affrontare il dolore, le cose non dette e quelle che ha dimenticato, arrivando a scoprire quanto può essere forte l'amore, in tutte le sue forme.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...