giovedì 27 giugno 2019

Recensione "Il custode delle tempeste" di Catherine Doyle


Buongiorno a tutti!
Caldo eh! Qui a Palermo passiamo da scirocco a nuvole a cielo azzurro e poi subito scirocco e si ricomincia... ma grazie ai miei ventilatori in ogni stanza si sopravvive. Ovviamente per le grandi occasioni c'è l'aria condizionata ma fino ad ora l'ho accesa solo due volte soltanto, casa mia è molto ventilata e non mi posso lamentare. In ogni caso voglio precisare che io ODIO il caldo, ODIO sudare... ODIO l'estate. Tanto soldi per partire non ne ho... quindi non mi cambia nulla :P
Tra l'altro in questi giorni ho letto "Il custode delle tempeste", storia bella e originale ma che mi faceva sognare il brutto tempo e soffrire ancora di più! XD
Titolo: Il custode delle tempeste
Autore: Catherine Doyle
Serie: Storm Keeper #1
Genere: Fantasy, Libri per ragazzi
Pagine: 224
Editore: Mondadori
Data di uscita: 12 Marzo 2019

A ogni generazione, l'isola di Arranmore sceglie un Custode delle Tempeste che incarni il suo potere e difenda la sua magia se il Nemico dovesse tornare. E per il nonno di Fionn è giunto il tempo di cedere il passo al nuovo Custode. Fionn ha il terrore del mare, tanto che quando approda ad Arranmore per l'estate, vuole solo tornare sulla terraferma. L'isola della sua stirpe, però, lo aspetta da molto tempo e lo reclama a sé, rivelandogli la sua magia. Presto Fionn si lascerà sedurre dalla ricerca di una grotta sommersa, capace di esaudire i desideri. Ma una forza malvagia si sta destando nelle profondità dell'isola, ed è più vicina a lui di quanto non immagini.

La serie "Storm Keeper"

01 - Il custode delle tempeste
02 - The lost tide warriors (inedito in Italia)

Dopo aver molto sentito parlare di questo libro e letto altrettanti pareri positivi, la mia curiosità è cresciuta esponenzialmente, dovevo leggerlo! Sono un'amante delle storie fantastiche e soprattutto dei libri per ragazzi quindi elementi perfetti per me. Ho anche molto apprezzato il fatto che la Mondadori ha mantenuto la cover originale... un applauso per loro, bravi!
Ma parliamo un po' di questa storia. Il libro inizia facendoci conoscere i due fratelli Boyle che andranno a passare tutta l'estate dal nonno che vive ad Arranmore, un isola dove ai tempi, vivevano anche i loro genitori. Alla morte del padre, mentre era in mare per una missione di salvataggio, la madre decise di trasferirsi sulla terraferma.
Arranmore. Era proprio come Fionn se l'era immaginata: una macchia dimenticata ai confini del mondo. Il posto perfetto dove la sua anima poteva andare a morire.
Fionn e Tara sono due ragazzi completamente diversi. Fionn è un ragazzino timido, imbranato, insicuro e per niente propenso all'avventura. Tara invece è una ragazza sicura, attiva e senza paure, peccato che sia la persona più sgradevole che si possa trovare sul pianeta terra! Antipatica e irritante. Arrivata sull'isola ha solo un pensiero, rivedere il ragazzo che l'estate prima le ha rubato il cuore. Per lei il suo fratellino è solo un problema possibilmente da trascurare e cancellare; il suo atteggiamento altezzoso e sgarbato sia nei confronti del fratello, e a volte anche con il nonno, me l'hanno fatta detestare fin da subito.
Il nonno invece è l'elemento più enigmatico, molto schivo e silenzioso, all'inizio non capivo quanto fosse felice della presenza dei nipoti, in compenso però ha una passione curiosa e cioè fabbricare candele. Casa sua ne è piena, su ogni mensola e scaffale... e quella che è posizionata sul camino è sempre accesa e così deve stare!
La storia all'inizio come è giusto che sia inizia pian piano, ci da il tempo di ambientarci, di capire per bene quest'isola finché cominciamo a comprendere che non è un'isola come le altre... lei respira, comanda il vento, gli uccelli... in quest'isola c'è qualcosa di strano e di magico.
A volte c'erano dei fiori allineati lungo il sentiero come soldatini dalle punte viola, ma quando Fionn batteva troppe volte le palpebre, l'aria scintillava e quelli sparivano. Cosa diavolo stava succedendo?
La parte interessante però inizia quando cominciamo ad avere la consapevolezza che qualcosa bolle in pentola. Fionn è curioso e si spinge sempre più in là, finché scopre la verità sull'isola e su tutte le famiglie che la abitano. Una forza malvagia tantissimo tempo prima voleva dominare su tutti, la popolazione riunita riuscì a sconfiggerla e a seppellirla per sempre, ma continua a tenersi sempre in allerta perché sa che prima o poi tornerà.
Un'avventura quella che Fionn Boyle dovrà affrontare, tra scoperte, pericoli e... candele accese. Con una scrittura semplice e molto descrittiva avremo una perfetta immagine di cosa succederà, gli scenari, le scogliere, le maree e ...le tempeste... che ci incanteranno e coinvolgeranno in una avventura unica. Sentiremo il profumo del mare, della salsedine e delle alghe, il vento che ci scompiglierà i capelli, le urla dei gabbiani... il rumore delle onde che si infrangono sulle scogliere... 
La storia avrà la sua conclusione sì, ma in realtà sarà solo l'inizio perché ci lascia con la voglia di leggere il libro successivo per sapere come Fionn affronterà il suo destino ed io son molto curiosa e non vedo l'ora che esca il seguito per leggerlo!


Recensione di 

6 commenti:

  1. Wow! Sembra proprio il genere di lettura che fa per me! Bella recensione!😉😘

    RispondiElimina
  2. Molto intrigante, ottima recensione!

    RispondiElimina
  3. Bellino anche questo, me lo segno e come sempre ottima recensione ;)

    RispondiElimina
  4. Parlano tutti molto bene di questo libro, mi ispira molto! ☺️

    RispondiElimina
  5. Sono curiosa anche io di questo libro, sono mesi che voglio leggerlo, ma tra una cosa e l'altra non l'ho preso. Però amo i li ri per ragazzi, quindi lo recupero il prima possibile.
    Bellissima recensione, mi hai fatto incuriosire ancora di più.

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...