martedì 2 ottobre 2018

Recensione "L'imprevedibile caso del bambino alla finestra" di Lisa Thompson

Buongiorno a tutti!
Forse l'autunno è finalmente arrivato anche dalle mie parti, oggi piove e si sta benissimo. Tra l'altro ho anche finito il libro della Thompson che si è dimostrato molto interessante e istruttivo, toccando un argomento a me un po' ignoto come il disturbo ossessivo compulsivo (DOC). Una bella storia toccante e deliziosa che consiglio a tutti.
Titolo: L'imprevedibile caso del bambino alla finestra
Autore: Lisa Thompson
Editore: De Agostini
Genere: Libri per ragazzi, Giallo
Data di uscita: 18 Settembre 2018

Link di acquisto

Matthew Corbin ha dodici anni e soffre di disturbo ossessivo-compulsivo. Per questo preferisce restare chiuso nella sua cameretta, al sicuro dai germi, dai batteri e da qualsiasi altro pericolo, piuttosto che vivere per davvero. Per passare il tempo Matthew si diverte a osservare le persone dalla finestra e a chiacchierare con un leone disegnato sulla tappezzeria di casa. Tutto cambia il giorno in cui il nipotino del vicino, un bambino di soli quindici mesi, viene rapito. Presto Matthew capisce di essere stato l’ultimo a vederlo, mentre giocava nei giardinetti davanti alla sua finestra. E a quel punto non ha scelta: deve avventurarsi nel mondo reale e scoprire dove è finito il piccolino. Perché solo lui ha tutti gli elementi per risolvere il mistero.

Matthew è un bambino che ha un segreto, lui sa che dopo aver toccato qualsiasi cosa deve pulirsi le mani, anche più volte e magari con l'acqua bella calda, perché solo così può eliminare i germi che potrebbero farlo ammalare.
Un granello di sporcizia può degenerare velocemente in un'infezione; la gente sembra non rendersene conto. Queste cose scatenano un effetto domino e, se non fossi attento, sarei costretto a pulire tutto il giorno.
La sua ossessione arriva ad un livello tale da portarlo a preferire di rimanere chiuso nella sua camera pur di evitare qualsiasi contatto col mondo esterno e oltre a questo, nascosti nella sua cameretta ha persino dei prodotti per igienizzare qualsiasi cosa. 
I genitori non sanno più come fare, se assecondarlo o costringerlo a reagire, finché Matthew decide di non volere più uscire di casa nemmeno per andare a scuola... presi dallo sconforto decidono di consultare uno medico adatto.
Matthew sta sempre in camera sua e nella noia più assoluta osserva tutto quello che succede in strada dalla finestra della sua stanza, annotando in un quaderno gli orari e i movimento dei suoi vicini. 
Tutti in un modo o in un'altro si accorgono di lui e le male lingue iniziano a girare.
Ogni tanto Jake Bishop del civico cinque mi urlava contro: mi chiamava "svitato", mostro", o "suonato". Era passato un mucchio di tempo dall'ultima volta in cui mi aveva chiamato Matthew, ma sapevo che era un cretino, quindi non è che m'importasse molto.
Un giorno la sua quotidianità verrà spezzata dal rapimento del nipote di un vicino. Nessuno sa cos'è successo, ma l'ultimo a vederlo in giardino del nonno è stato proprio il nostro Matthew.
Questo caso lo costringerà a parlare con un po' di persone e grazie all'aiuto di altri due ragazzini, cercherà di scoprire chi ha rapito il piccolo Teddy, perchè solo lui conosce meglio di tutti il vicinato e nota particolari a cui nessun'altro fa caso.
Questo libro che inizialmente comincia come la storia di una ragazzino affetto da un disturbo ossessivo compulsivo, diventerà un vero e proprio giallo da risolvere, con indagini e spedizioni esplorative. Non nascondo il fatto che adoro i libri per ragazzi e adoro anche il mistero, quindi per me questo libro è stata una piccola rivelazione.
Mi sono affezionata a Matthew e mi è piaciuto moltissimo addentrarmi in una situazione a me ignota.  L'ossessione compulsiva è una malattia psicologica che ha bisogno di tutta la forza mentale del paziente se si vuole giungere ad una guarigione. E' stata una lettura interessante e anche molto istruttiva. Una storia dolce e piena di sensibilità sia da parte dell'autrice ma anche del lettore e grazie a Lisa Thompson che ha saputo descrivere egregiamente questa malattia, ho potuto imparare e apprezzare dei lati dell'essere umano che non conoscevo. Anche i genitori, vittime di questa situazione, avranno modi differenti di reazione; ignoranti anche loro su quale sia il giusto comportamento, si rendono conto che solo un aiuto esterno può andare in loro aiuto.
Questo libro bisognerebbe farlo leggere ai bambini, magari in compagnia di un genitore, o anche nelle scuole perché no, così da sensibilizzare sull'argomento. Perché si sa i bambini quando hanno qualcosa, o qualcuno di strano intorno a loro, sono cattivi. I bambini dicono la verità e non sempre hanno la giusta emotività per capire quando invece serve solo la gentilezza nei confronti di qualcun'altro. 
Un libro iniziato come una storiella carina e interessante invece si è dimostrata una storia profonda e ricca di insegnamento. Mi è piaciuto molto e lo consiglio a tutti. 
Il finale poi mi ha commossa... Metthew mi è entrato nel cuore e ci resterà a lungo, diventando il mio piccolo eroe...

14 commenti:

  1. Libro molto interessante e bella recensione. Non ho mai letto libri del genere ma ho visto qualche telefilm sui disturbi compulsivi. Me lo segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me era la prima volta. Ed è stato molto interessante e istruttivo.

      Elimina
  2. Aww *-*
    Sul disturbo ossessivo compulsivo ho letto solo Tartarughe all'infinito di John Green, mi piacerebbe leggere anche questo libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un libro per ragazzi, quindi sicuramente meno impegnativo, ma non per questo meno interessante ;)

      Elimina
  3. Ciao, libro interessante e ottima recensione <3

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo il nome di questa malattia...ora sò qualcosa di più grazie all'ottima recensione di questo meraviglioso libro....ciao

    RispondiElimina
  5. Un'ltra proposta di lettura interessante!!!!Grazie Simo
    Bellissima la recensione

    RispondiElimina
  6. Ai bambini può capitare di avere delle ossessioni e questa è un delle peggiori. Il libro sembra interessante e chissà forse ci farò un pensierino. Come al solito le tue recensioni colpiscono il segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bella storia te lo consiglio :D
      E grazie <3

      Elimina
  7. Lo prenderò per le mie nipotine che adorano leggere! Bella recensione :)

    RispondiElimina
  8. Questo voglio leggerlo assolutamente :D

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...