venerdì 30 marzo 2018

Recensione "Le confessioni del Cuore" di Colleen Hoover


Eccomi con un'altra ennesima recensione di Colleen Hoover e penso anche che sarà l'ultima perchè audible ha esaurito i possibili libri da ascoltare di questa autrice.
Questo libro mi ha lasciata un po' indifferente durante tutta la storia se non che il finale come sempre ha rivalutato tutto! Mannaggia a lei!!! Se non avete votato la sua cover nella mia Cover Challenge dedicata, vi invito a farlo perchè il sondaggio finirà questa domenica e al momento sta vincendo la copertina americana! 


TITOLO: Le Confessioni del Cuore
AUTRICE: Colleen Hoover
SERIE: Autoconclusivo
EDITORE: Leggereditore
DATA DI PUBBLICAZIONE: 20 Ottobre 2016
GENERE: Contemporary Romance
PAGINE: 256

Puoi comprarlo su Amazon

E-book: 0,99 €


A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore.
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna...
 




Ormai è assodato che la Hoover mi piace come scrittrice, è decisamente abile nel descrivere i personaggi e nel farci perfettamente inserire nelle loro storie, ma soprattutto nei loro drammi. Certo una storia con tutti felici e contenti MAGARI sarebbe noiosa ok, ma ormai ho capito che la Hoover deve assolutamente mettere la tragedia nei suoi libri; soprattutto nel finale ci deve essere il colpo di scena o la rivelazione che ti fa ricredere su tutto quello che hai letto fino ad ora!
Ecco questo è quello che mi è proprio successo con "Le confessioni del cuore". 

La storia parte con una piccola tragedia già nel prologo che mi ha quasi fatto scendere una lacrimuccia (quasi eh), Auborn ha 15 anni e deve affrontare l'addio più brutto che si possa mai sopportare a quell'età, cioè la perdita dell'amore della sua vita. La storia riprende circa sei anni dopo, Auborn ha 21 anni e sta cercando di crearsi una sua identità e una sua indipendenza. 
Alla ricerca di un'altro lavoro per poter ammortizzare le spese, incontra Owen che sta cercando un'assistente per la mostra che terrà nel suo studio d'arte. 
Owen è un ragazzo della sua stessa età che anche lui ha subito una grossa perdita per causa sua e si mantiene vendendo i suoi quadri. E' un ragazzo allegro, un artista che mette l'arte prima di ogni cosa.
Sia Auborn che Owen sono due ragazzi forti che sono disposti a tutto pur di raggiungere i propri sogni e obbiettivi a costo di ledere il rispetto per se stessi, arrivando a sacrificare persino la propria libertà. 

Dopo il prologo tragico e le varie parti in cui i ragazzi si confidano le proprie disavventure, la storia procede tranquilla (diciamo), anche se ci si aspetta sempre qualche colpo di scena, proprio della Hoover, ma a parte alcune disavventure, che servono solo per farci capire ancora di più i vari personaggi, la storia procede finchè non si arriva alla fine, dove finalmente si pensa che tutto si sia risolto e che la vita può continuare serena tirando, magari, un sospiro di sollievo...ed invece NO! ... il capitolo finale mette in gioco tutto, e ti riporta all'inizio dove tutto è cominciato, facendoti sprofondare nella tristezza più assoluta. Ma che ti fa anche pensare che tutto è governato dal destino e che alla fine, tutto è già scritto. Credo che questo epilogo sia uno dei migliori che io abbia letto!

Come ho detto in tutte le recensioni dei libri della Hoover che ho letto, questi volumi sono per un target giovanile, perchè suppongo che un "adulto" si sarebbe comportato in maniera diversa in certe occasioni... ma non voglio essere categorica, ovviamente siamo tutti diversi in questo mondo...e per fortuna aggiungo! :)
Comunque dai... Colleen si conferma "scrittrice dell'anno" per gli adolescenti e le sue storie sono sempre cariche di pathos e suspance!

3 commenti:

  1. Anch'io penso che la Hoover sia per una fascia giovane. Confermo anche che scrive bene.

    RispondiElimina
  2. Avevo già votato nella Challenge... ;)

    RispondiElimina
  3. Bello bello bello! L'ho amato!

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...