venerdì 12 gennaio 2018

Recensione "Clara" di Christophe Lemoine


Ho potuto leggere questa Graphic-Novel in lingua originale grazie a NetGalley e quando ho finito di leggerla sono rimasta senza parole. Ho dovuto alzarmi dal divano e fare un giro per casa, prima di poter esprimere a parole cosa mi ha trasmesso.
Una breve storia, ma con tanto significato. Clara è un "fumetto", ma a volte la semplicità è lo strumento migliore per dare un messaggio importante come la morte.



Titolo: Clara
Autore: Christophe Lemoine
Illustratrice: Cécile
Data di pubblicazione: 24 Agosto 2016 (inedito in Italia)
Editore: Europe Comics

Puoi comprarlo su Amazon:

Cartaceo : 10,95 €
E-book : 4,99 €






"Un album molto bello, meravigliosamente ben realizzato e messo in foto. Un colpo al cuore! "--blog.france3.fr

"Bellissimo album, tenero e delicato su un tema difficile, Clara saprà come toccare bambini e genitori." --Bdgest

"In questa narrazione commovente e sapientemente condotta, Christophe Lemoine offre la sua visione delle cose e offre l'opportunità ai più piccoli di chiedere sul grande viaggio che ci attende dopo la morte." - Bodoï

Trama tradotta da me
Ci sono alcune cose che un bambino non dovrebbe mai sopportare, ma a volte la vita può essere crudele. Clara ha solo sette anni quando perde sua madre per un cancro. Prima che muoia, la madre di Clara le regala una bambola dai tempi della sua infanzia. All'inizio Clara non ama particolarmente la bambola, ma si rivelerà un prezioso alleato, accompagnando la piccola Clara lungo la strada accidentata del dolore e del lutto, in tutte le sue fasi.

La morte, come mi disse qualcuno, fa parte della vita. 
La morte non è facile da accettare per nessuno, figuriamoci per un bambino. 
La morte è tristezza e solitudine.

Clara è una bambina come tante, ogni giorno va a scuola, va al parco con la mamma, torna a casa, gioca... va a letto...
Un giorno però qualcosa cambia nella sua routine giornaliera, vede la mamma strana, la mamma oggi non vuole giocare, ha altri pensieri. 
Il giorno dopo la mamma deve andare in ospedale, è malata, molto malata e purtroppo muore.
Una storia veramente triste, ma che purtroppo fa parte della vita di anche troppe persone.
Questa novella grafica ci guida in un percorso di accettazione per la morte di un parente caro. Prima il rifiuto, poi a poco a poco la comprensione, fino alla completa accettazione. 
Il punto di vista è dalla parte della bambina, il che rende tutto ancora più struggente e triste, ma sicuramente potrebbe aiutare qualche genitore in difficoltà, magari leggendo insieme al figlio e spiegando i vari punti.
Una storia con un pizzico di magia, illustrata con disegni pastellati semplici e ben fatti, si legge in un soffio, tutta d'un fiato.
Bella e triste.

4 commenti:

  1. Ma che grafica meravigliosa! Grazie per essere passata sul mio di mondo. Mi piace un sacco la recensione di questa graphic contenuta e diretta, senza tanti giri di parole. Mi iscrivo volentieri come lettore fissa e conto di leggerti più spesso, chissà che non nasca una bella collaborazione ^^ Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille, effettivamente è una recensione un po' troppo diretta, ma con un tema simile non servono tante parole.
      La grafica dell'intestazione l'ha fatta il maritino, sotto mie indicazioni, ovviamente... :P
      Spero di vederti in giro!

      Elimina
  2. ma l'avevo già letta, pensavo che avevi aggiunto qualche illustrazione dell'interno, non vale XD

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...