martedì 20 ottobre 2020

Recensione - "Mondello's Manor House" di Salvatore Savasta

 
Buongiorno a tutti! Oggi è il compleanno del mio cucciolo di 9 anni.... sembra incredibile come passa velocemente il tempo... e mi sembra ieri che era una palletta di pelo soffice che faceva la pipì ovunque. Nove anni di amore puro, lui è la mia ombra, ma io sono la sua... amoruccio della mia vita <3
Parlando di libri invece oggi con mio grande piacere vi farò conoscere un autore emergente, mio concittadino, di romance gay. Una penna che forse ancora ha da imparare, ma che indiscutibilmente ha un grande potenziale.
Titolo:
Mondello's Manor House
Autore: Salvatore Savasta
Genere: Narrativa M/M
Pagine: 272
Editore: Self
Data di uscita: 13 ottobre 2020

AMAZON

Alla morte del nonno, Johnny eredita un'antica dimora, ormai quasi diroccata: Mondello's Manor House. Il suo avvocato, Angelo, vecchio compagno di baldorie e migliore amico ai tempi del liceo, legato a lui da mille ricordi goliardici e imbarazzanti, gli consiglia di vendere tutto cercando di ricavarne il massimo. Ma Johnny si sente fatalmente legato a quella vecchia costruzione e non intende rinunciarvi per nulla al mondo. Anzi, abbandonerà il suo lavoro e la sua casa pur di dar vita a un progetto a cui non sembra credere nessuno. Tra un intoppo burocratico e un problema economico da risolvere, Angelo e Johnny cominceranno a rivivere i momenti che li avevano visti legati da giovanissimi e finiranno per sentirsi attratti l'uno dall'altro. Nessuno dei due sembrerà capire, ma sarà proprio la magica atmosfera delle spiagge del Mondello's Manor House a rivelare ai due uomini la chiave del loro destino.
Questa volta Simo mi ha affidato il romanzo in uscita di un autore che non avevo mai incontrato: Salvatore Savasta, e devo ammettere che la nostra blogger non ha sbagliato nel farmi entrare nella vicenda legata a una antica residenza siciliana, a Mondello, che, un tempo splendida, è ormai abbandonata e caduta in rovina.

Angelo, in quanto avvocato, convoca l'amico di gioventù Johnny e il fratello per la lettura del testamento del nonno che affida loro la villa di Mondello. Fra i due fratelli nasce un diverbio immediato per l'eredità: Johnny ha nostalgia dei bei momenti del passato e pensa di far rivivere la residenza, l'altro, più pratico e meno sentimentale, vorrebbe venderla.
Angelo e Johnny si erano persi, dopo una adolescenza di grande amicizia, ed è questa l'occasione per riprendere a frequentarsi;  hanno alle spalle una vita che li ha lasciati insoddisfatti, il fallimento di tristi matrimoni e l'abbandono dei sogni della gioventù: Johnny, con la sua laurea, lavora in un fast food e stenta a credere che l'amico, un tempo anticonformista, appassionato della natura e attivista in battaglie per la salvaguardia dell'ambiente, si sia trasformato in un avvocato, inserito nel sistema.
Ricordavo benissimo il suo spirito ribelle e idealista, sempre pronto a difendere i diritti dei più deboli. E ora mi sembrava di vederlo mentre faceva parte di quel tipo di corporazione e ceto sociale che rifiutava e combatteva. 
Da questo nuovo incontro inizia la storia che vedrà da un lato rifiorire la villa di Mondello, con grandi sacrifici e impegno, e dall'altro esplodere fra Johnny e Angelo una storia d'amore. E questa sarà travolgente, una continua lotta per capirsi e accettare l'attrazione che c'è sempre stata fra di loro, anche se da ragazzi l'avevano solo percepita senza comprenderla.
«È questo il nostro primo appuntamento o dobbiamo considerare anche quella volta in cui stavamo quasi per baciarci davanti all’ingresso del liceo?»
«Quasi per baciarci?» Avevo completamente rimosso quel ricordo.
Angelo scoppiò a ridere: «È stato probabilmente uno dei momenti più imbarazzanti della mia vita».
La premessa sulla trama non basta a spiegare i punti forti del romanzo; in fondo, la storia, per quanto riguarda la realizzazione di Mondello's Manor House, si svolge lineare, senza particolari colpi di scena
Quello che, invece, mi ha colpito è il talento dell'autore nel descrivere l'alternarsi di momenti e atteggiamenti diversi nel rapporto fra Angelo e Johnny, ci fa assistere all'esplosione della passione e a come questa li sconvolga, convinti eterosessuali come hanno sempre pensato di essere. Ce li offre vividi nel loro rapporto non facile, con la loro potente intesa sessuale e i vivaci battibecchi. Li seguiamo fino a quando riescono ad accettare in pieno quello che era destino succedesse fra di loro (“Io credo che noi fossimo pronti a tutto questo molto, moltissimo tempo fa”, dice Johnny). 

Savasta rende così reali i due protagonisti, che a volte sono sfuggiti alle mie aspettative, non ho condiviso certi loro atteggiamenti e questo mi è piaciuto, perché ho capito di non avere fra le mani un libro confezionato secondo facili cliché per coccolare chi lo sfoglia.
Sono molti gli elementi che mi fanno considerare Salvatore Savasta un buon autore, con delle capacità di scrittura notevoli. Mi ha molto interessato il suo stile, il saper cogliere anche piccoli particolari che rendono vive le descrizioni dei personaggi ma anche dei luoghi che fanno da contorno alla storia.
Il mio giudizio è positivo, ho letto con piacere e mi aspetto da Savasta che nel futuro si metta alla prova con una trama più avvincente, che gli permetta di esprimere al massimo le sue potenzialità. 

Recensione di

6 commenti:

  1. "Savasta rende così reali i due protagonisti, che a volte sono sfuggiti alle mie aspettative"
    Questo è probabilmente il complimento migliore che mi si mai stato fatto.
    Sto crescendo, voglio imparare e migliorarmi ogni volta di più e la vostra recensione mette in luce anche questo.
    Davvero completa. Sono davvero felice di questa collaborazione, siete delle gran belle persone ed è con enorme piacere che vi ho conosciuto e lette. Grazie infinite, davvero... non sono abituato a tutto questo e ve ne sono enormemente grato.
    Grazie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzi tutto grazie a te per la fiducia e sopratutto per avermi dato l'opportunità di ospitarti qui sul blog. In bocca al lupo per tutto!

      Elimina
  2. Bella recensione, questo libro sara' la prossima lettura, appena finisco la dilogia in corso che leggo per un review party

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite! Spero vorrai farmi sapere che ne pensi!

      Elimina
  3. Concordo con te, Salvatore ha reso i due protagonsiti reali e io, spesso, avrei tirato le orecchie ad Angelo! Però poi si faceva perdonare! ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angelo... lo hai descritto benissimo! Grazie anche a te, davvero! Siete state troppo buone.

      Elimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...