mercoledì 22 agosto 2018

Recensione "Bandit" di B.B. Reid

Buongiorno amici lettori!
Dopo un week-end al mare sono tornata a casa... c'è stato un po' di brutto tempo, ma a me la pioggia piace molto, quindi è stato piacevole lo stesso.
Tornata a casa mi son subito rimessa al lavoro col blog, rubriche, recensioni... anteprime!
Pochi giorni fa ho finito Bandit, un Dark Romance targato Always Publishing, devo dire che questa casa editrice ha sempre delle belle sorprese e non delude mai!
Ma veniamo a noi e parliamo un po' di questo libro...

Titolo: Bandit
Autrice: B.B Reid
Casa Editrice: Always Publishing
Genere: Dark Romance
Serie: Il Duetto Rubato #1
Data di uscita:  26 Aprile 2018
Pagine: 367

Link di acquisto su Amazon


Un’eredità scomparsa, 
un figlio rapito, 
un segreto pericoloso. 

Lei era la sua ossessione. 
Mian Ross farebbe di tutto per proteggere suo figlio, e quando capisce di non avere altra scelta, fa la cosa più pericolosa che esista: incrociare di nuovo il cammino di Angel Knight. Stavolta per derubarlo. 
Lui era il suo peggior incubo. 
Un uomo tanto potente quanto vendicativo come Angel non può tollerare che una ladruncola affamata gli sottragga qualcosa di così prezioso. Neanche se a farlo è Mian. Una ragazza che molto tempo prima aveva protetto e tenuto al sicuro, la ragazza che si era trasformata nella sua più grande ossessione. Ma stavolta non la farà franca e il prezzo di questa lezione sarà altissimo. 
Niente è ciò che sembra. 

Mian Ross è una ragazza di 19 anni, esile e carina, che non si è mai arresa alle difficoltà e non si è
mai piegata alle crudeltà incontrate nel suo cammino. Anche quando rimane incinta e viene cacciata dagli zii, famiglia cristiana e devota, non si perde d’animo. Col suo piccolo si adatta alle diverse situazioni fino a vivere, come indigente, in una casa piena di drogati. 
Senza un sostentamento, decide che l'unica alternativa è rubare, cosa del resto che suo padre faceva molto bene. La sua meta sarà la casa di Angel Knight, figlio dell'ex socio del padre.
Purtroppo viene scoperta da Z e Lucas, amici fidati di Angel (o fratelli come li chiama lui), ma viene lasciata andare su ordine dello stesso. Quello che manca non sono soldi, non sono gioielli, ma un “libro”. Un registro prezioso dove viene annotata da 200 anni la storia della famiglia Knight. Non avendo dubbi che la colpevole sia Mian, Angel ordina ai suoi “fratelli” di rapire prima lei e poi il figlio. 

Il libro è raccontato alternando i punti di vista dei due protagonisti. Passato e presente si intrecciano, facendoci capire meglio le vicissitudini dei due ragazzi, completando il quadro della situazione. 
Mian e Angel si conoscono fin da bambini, grazie al lavoro dei padri, soci in affari, sono cresciuti insieme. Nella loro adolescenza hanno sempre provato un'attrazione reciproca, il loro era un amore bello e tenero, ma mai dichiarato. 
“Quella ragazzina mi aveva in pugno da quando aveva 10 anni. Per anni l’avevo custodita, l’avevo protetta e giorno dopo giorno la mia ossessione per lei cresceva un po’ di più”
Anche oggi, nel presente il loro è un rapporto strano fatto di amore e odio; quando sono lontani non fanno altro che desiderarsi e stare vicini. 
Mian è una figura forte, nulla è riuscito a spezzarla. Angel è crudele, un criminale freddo e insensibile, ma con in testa sempre lei...
Bandit è un dark romance che mi ha conquistata subito fin dalle prime pagine. Si legge molto bene;  è scorrevole e si sta incollati al libro in attesa di conoscere l’evoluzione dei due protagonisti. Adrenalina verso la fine quando vengono svelati segreti che ognuno ha tenuto propri per anni. 
Le pagine scorrono, gli occhi vorrebbero leggere tutto quello che rimane in un attimo. Finchè si arriva alle ultime pagine e, con poche parole e pochi gesti, un colpo di scena ti spiazza e ti lascia così con ancora Mian protagonista... fino all'ultimo!
Non mi resta che iniziare la lettura del secondo volume e continuare...
Io volevo Angel, ma il suo passato non mi permetteva di dirlo ad alta voce. Quando la porta si aprì e lui entrò, seppi immediatamente che quella brutta sensazione in fondo al mio stomaco non era infondata. Chiuse  la porta e si accomodò  a sedere sul materasso spoglio. Era vestito con un gilet bordeaux e un pantalone nero. “Ciao Mian come stai?”

11 commenti:

  1. E' un po' che aspettavo questa recensione, come sempre molto bella. Quando è uscito il libro ero stata molto attirata dalla presentazione e dalla cover, la trama non diceva molto ma ora grazie a te ne ho capito di più XD
    Mi intriga molto... penso che lo prenderò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta, spero piaccia anche a te ;)

      Elimina
  2. Eccola! Mi hai convinto... devo leggerlo xD

    RispondiElimina
  3. Già letto e devo dire che la recensione corrisponde interamente al mio pensiero sui protagonisti...Proseguirò con il secondo volume Knight...buona giornata

    RispondiElimina
  4. sono sempre un po' dubbiosa con i dark, non ho ancora capito se sia o meno un genere che apprezzo. Questa recensione però mi incuriosisce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io resto sempre del parere che preferisco altro... ma quando son belli e scritti bene... ;)

      Elimina
  5. Mmmmmm no non fa per me :P

    RispondiElimina
  6. Questo mi intriga molto... l'idea mi piace! Bella recensione

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...