mercoledì 27 novembre 2019

Recensione "Il Mago di Oz" di Perez & Lacombe

Buongiorno a tutti!
Oggi, mercoledì, avrei dovuto pubblicare l'appuntamento col solito WWW ma non avendo grandi novità ho preferito rimandarlo alla settimana prossima così da renderlo un po' più succulento... detto ciò ho approfittato del tempo per finire la recensione del bellissimo libro del Mago di Oz della Rizzoli che con la collana diretta da Benjamin Lacombe mi ha completamente conquistata!
Titolo: Il Mago di Oz
Autore: Sebastien Perez & Benjamin Lacombe
Genere: Fantasy, Libro per ragazzi
Pagine: 120
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 1 Ottobre 2019

IBS.it

AMAZON

Quando si incontrano nel Paese del Mago di Oz, a tutti manca qualcosa: Dorothy non riesce a tornare a casa, l'uomo di latta non ha un cuore, al leone serve il coraggio e lo spaventapasseri, che ci racconta le loro avventure, è senza cervello. Intimoriti dal potere di Oz e delle streghe, troveranno in loro stessi ciò che cercavano altrove. Un nuovo sguardo su un classico intramontabile in cui vibra l'elogio della differenza e dell'audacia. Età di lettura: da 8 anni.

Fin da piccolina da quando ho visto il film in TV del Mago di Oz, ho sempre adorato la fantastica storia di Dorothy del Kansas che viene trasportata con tutta la sua casetta in un mondo magico da un violento tornado, insieme a lei il suo fidato cagnolino Toto. L'ho sempre ritenuta una storia molto particolare che insegna come prima cosa che l'amicizia è fondamentale per superare qualsiasi avversità.
Tema molto importante sarà la ricerca di se stessi, ma principalmente che tutti noi abbiamo dentro il coraggio, l'intelligenza e la forza di affrontare tutto, basta solo volerlo.
La storia originale ideata da Baum, la conosciamo ormai; tra film, cartoni animati e quant'altro questo libro ha viaggiato per anni ma è sempre un "must", annoverato ormai nella classificazione dei classici. 
E' una di quelle fiabe così ricca di colori, di insegnamenti, di scene anche terrificanti con la classica lotta tra il bene e il male con le quattro streghe (due buone e due cattive)... e in questa edizione illustrata della Rizzoli con l'abile mano di Lacombe, troveremo tutto questo, ma anche di più, questa è un'edizione che non può mancare tra gli appassionati e gli amanti del genere.
Non voglio parlare della storia in sè, ma di quella raccontata in questo libro. Intanto ho apprezzato tantissimo il fatto che alcuni aspetti, che ripeto tutti ormai dovremmo conoscere, sono stati eliminati, questo perché la grande novità di questa edizione è che il punto di vista non è di Dorothy, protagonista indiscussa della storia di Baum, ma qui sarà lo Spaventapasseri a narrare. Tutto infatti inizia appena lui viene creato da due Munchkin, abitanti del mondo di Oz, e appena gli inseriscono anche gli occhi... ecco che vedremo anche noi il mondo che lo circonda.
All'improvviso gli apparvero forme e colori. Quando si fecero via via più nitidi, distinse due volti. A pochi centimetri due uomini lo stavano osservando con grande interesse.
Quindi non ci verrà narrata la storia dall'inizio, ma saremo già catapultati ad Oz e Dorothy sta per fare il suo primo grande incontro. Questo differente narratore ci permetterà di vedere la storia da un punto differente, ed è stato veramente gradevole... un'idea originale che fino ad ora mai nessuno aveva pensato, almeno che io sappia. E poi le illustrazioni che ci accompagneranno fino alla fine, con tavole anche a doppia pagina, create dall'abile mano di Lacombe danno al libro, che già è lodevole per le sue grandi dimensioni, quel tanto in più che incanta. Le immagini stesse sono dei capolavori, Lacombe ha uno stile inconfondibile, un po' cupo ma ricco di dettagli con delle prospettive molto particolari.
Un classico per tutte le età, un libro che in se racchiude, anche se con poche pagine, tutta l'essenza del mondo di Oz... una storia che ci riporta bambini e che come sempre ci farà sognare.

Recensione di

7 commenti:

  1. Sembra interessante la storia dal punto di vista dello spaventapasseri! Ottima recensione, grazie

    RispondiElimina
  2. Oz lo ho letto diversi anni fa. Mi è piaciuto, anche se alcuni capitoli ricordo che mi avevano un po' annoiata. In generale una bella lettura però!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la storia del libro è un po' più complessa rispetto al film, ma in questa edizione è un po' più ristretta e non annoia :)

      Elimina
  3. Sembra molto interessante la storia del Mago di Oz raccontata dal punto di vista dello Spaventapasseri. Anche io amo questa storia. Illustrata sarà ancora più bella. Complimenti per la recensione. 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è carina, una novità invece della solita storia.

      Elimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...