sabato 24 febbraio 2018

Recensione "Il Mondo di Nebbia" - Il Giardino degli Aranci di Ilaria Pasqua


Buongiorno,
oggi piove ed io sono contenta... adoro l'odore della pioggia e la freschezza dell'aria pulita!
Si, oggi è una bella giornata!
La recensione di oggi riguarda un titolo italiano, che mi ha colpito molto per la sua copertina e poi ovviamente per la trama, non avendo mai letto un Distopico italiano ne ero molto curiosa.
Di seguito potete sapere cosa ne ho pensato...

TITOLO: Il Mondo di Nebbia
AUTRICE: Ilaria Pasqua
SERIE: Il Giardino degli Aranci (#1)
EDITORE: Nativi Digitali Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Maggio 2014
GENERE: Distopico

Puoi comprarlo su Amazon


Il Mondo di Nebbia, dove Aria e il fidato amico Henry vivono e frequentano un liceo come tanti altri ragazzi, nasconde dei segreti inquietanti, come incubi che prendono forma e sono in qualche modo collegati ai Cinque Sacerdoti, misteriosi individui che controllano la città.
Aria non è però una ragazza come tutte le altre: in quel mondo ha la sensazione di “girare a vuoto”, e dentro di sé sospetta che dietro ai suoi incubi ci siano verità dimenticate… sarà l’incontro con Will, che come lei sembra frustrato e insoddisfatto da quella realtà, a rivelarle che tutto quello in cui credeva prima è nient’altro che un’illusione. Qual è la verità dietro quel mondo? Chi sono i Cinque? E in che modo Aria ha il potere di cambiare tutto?
“Il mondo di nebbia”, ora con un nuovo editing, è la prima parte della trilogia fantasy-distopica “Il Giardino degli Aranci”. Ilaria Pasqua ci guida in un mondo ricco di misteri, una realtà che sembra annullare i ricordi dolorosi, ma che nasconde molte ombre. Sarà la strana brigata di Aria, Will ed Henry, unita da una forte amicizia (ma non solo) a squarciare i veli della nebbia?

La Serie I Giardini degli Aranci:
  1. Il Mondo di Nebbia
  2. Il Mondo del Bosco
  3. Il Confine dei Mondi

Il mondo raccontato da Ilaria è un mondo fittizio, ma nessuno dei suoi abitanti lo sa. Ogni mattina, in una cittadina perennemente avvolta dalla nebbia, gli abitanti prima di procedere verso il proprio lavoro o la scuola, devono percorrere lunghe e noiose file per rilasciare i propri incubi in degli appositi punti di raccolta, sparsi per la città. Senza un valido motivo, senza alcuna spiegazione, tutti compiono ogni giorno lo stesso rituale senza mai chiedersi il perchè.
C’era gente che sognava raramente, oppure che non sognava proprio, anche se era quasi impossibile. Quella città era la città degli incubi, dei sogni oscuri e lei non sapeva il perché. Nonostante la gente vivesse felice, ogni notte le persone facevano tonnellate di sogni, insulsi o meno, come se una volta addormentati fossero loro a richiamarli. Ne producevano in quantità industriale, senza ragione. O forse una c’era. In classe, tra gli amici, nessuno parlava di ciò che aveva sognato. Era diventato, o probabilmente lo era sempre stato, un tabù.
Questo mondo è governato da cinque sacerdoti, chiamati i Cinque, che si nutrono grazie all'energia rilasciata da questi incubi che si materializzano sotto forma di oggetti o animali in una nube di fumo.
Ogni volta che gli incubi sono depositati le persone perdono un piccolo ricordo o frammenti di emozioni. 

Aria, la protagonista della storia, è una comune ragazza che come tutti i suoi coetanei ogni giorno si reca a scuola, ma prima ovviamente deve consegnare il suo incubo che ogni mattina assume la forma di un buffo procione.
Aria aprì gli occhi. Come ogni mattina le mancava il respiro. Non si alzò per molti minuti, rimase a occhi chiusi in silenzio, calmando il respiro e concentrandosi solo su questo. Sapeva che intorno a lei il suo incubo stava già prendendo forma. Quando li riaprì, trovò vicino ai suoi piedi un procione che fluttuava, una piccola nuvola d’inquietudine. Non capiva ancora perché i suoi incubi assumessero quella ridicola forma.
Insieme a lei troviamo sempre il suo migliore amico Henry che, in verità nutre qualcosa di più per la sua cara amica e che vedremo sempre un passo indietro rispetto agli altri due personaggi protagonisti.
Un giorno Aria inizia a prendere coscienza di se, come se si stesse svegliando, si rende conto che la sua vita "gira a vuoto", si sente intrappolata in un mondo uguale e ripetitivo, tanto da iniziare a chiedersi come mai nella sua città ci sia sempre la nebbia e soprattutto perchè ogni mattina trovi sempre puntuale la presenza del suo incubo.
Will è un compagno di classe di Aria, che aveva già iniziato a percepire le stranezze del loro mondo, e notando in Aria qualcosa di diverso dal solito decide di avvicinarla e chiarire con lei alcuni punti a riguardo. Sarà proprio Will che le farà aprire gli occhi e l'aiuterà a gestire il suo incubo senza doverlo più consegnare, e questo le darà modo di iniziare a ricordare la sua vita, passata prima di entrare nella citta di nebbia...

La storia di base è molto originale, ma la scrittura dell'autrice non mi ha fatto amare il libro quanto avrei potuto. Ad esempio non mi son piaciuti molto i vari dialoghi dei cinque Sacerdoti e a volte ho trovato frasi non facili da inserire nel contesto.
L'inizio è stato un po' lento, forse fino a quasi la metà vagavo nell'incertezza di abbandonare la lettura anche perchè a volte avevo come la sensazione di essermi persa qualcosa, forse i passaggi di ambientazione non saprei. Non essendo da me l'interruzione di un libro, ho continuato la lettura e posso ammettere che la storia, man mano che si va avanti, diventa sempre più coinvolgente, perchè a poco a poco si vanno scoprendo piccole rivelazioni che ti invogliano a leggere per saperne sempre di più.
I personaggi sono anche ben caratterizzati, Aria una ragazza coraggiosa con un bel caratterino, Will misterioso e ribelle, Henry un amico leale. 
L'ambientazione è molto affascinante, ed è anche il motivo che mi ha incuriosito più di tutto, questa nebbia che avvolge tutto e da per l'appunto la sensazione di rendere il paesaggio ovattato e confuso proprio come in un sogno.
Non dico che non mi sia piaciuto, ma forse lo vedo più adatto ad una fascia d'età più giovane della mia :P
Così Così



6 commenti:

  1. La cover è bellissima e la trama mi intriga molto. Sono un po' indecisa per via della tua recensione, ma penso che gli darò una possibilità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gusti cambiano da persona a persona, non bisogna mai essere categorici, quindi leggilo e poi vieni a confrontare la tua idea :D

      Elimina
  2. La copertina del libro è veramente molto bella e la trama mi intriga.
    Mi dispiace che non ti sia piaciuto, peccato la storia prometteva bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che proprio non mi sia piaciuto solo che ...c'è quel non so che che mi ha fatto storcere il naso in alcuni punti :P

      Elimina
  3. Io son curiosa, lo leggerò di sicuro ;)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...