venerdì 14 settembre 2018

Recensione "Il mistero della casa del tempo" di John Bellairs

Terzo giorno di scuola qui nella mia città e avendo un liceo proprio nella mia strada l'inferno è tornato. Non so da voi, ma qui quando i ragazzi, o bimbiminkia, escono hanno i genitori che li aspettano il più vicino possibile al cancello, occupando entrambe le carreggiate con le proprie auto in seconda fila. Tra l'altro alla fine della strada c'è pure un bel semaforo e quindi immaginate.... una coda per tutta la strada e tutti che suonano impazziti e incazzati. Finchè è inverno, con i vetri camera delle mie finestre non sento nulla, ma siccome ad oggi abbiamo ancora 24° le finestre sono aperte e il mal di testa sta iniziando ad arrivare!!!
Comuuunque.... detto questo oggi ho qui per voi la recensione de  "Il mistero della casa del tempo" di John Bellairs, visto la prossima uscita del film (31 Ottobre) non potevo non leggerlo prima ;)

Titolo: Il mistero della casa del tempo
Autrice: John Bellairs
Genere: Fantasy
Pagine: 115
Casa Editrice: DeA Planeta
Data di Uscita: 11 Settembre 2018

Quando i genitori muoiono in un terribile incidente, Lewis Barnavelt è costretto a fare le valigie e a trasferirsi dallo zio Jonhatan. Non l’ha mai conosciuto e non sa che cosa aspettarsi. Quello che lo aspetta però è oltre ogni immaginazione, perché zio Jonhatan e la sua vicina di casa, la signora Zimmermann, sono maghi. Lewis inizia subito a imparare le arti magiche e a sperimentarle in prima persona. Commette così uno spaventoso errore: riporta in vita la crudele Serenna, strega potentissima e precedente proprietaria della casa in cui vive lo zio. Serenna è tornata per un motivo: portare a termine un vecchio e diabolico piano. Quando era in vita, infatti, la donna aveva costruito insieme al marito un orologio stregato, in grado di distruggere l’umanità intera, e lo aveva nascosto!

Quando ho visto le anteprime della DeA Planeta per il mese di settembre, sono rimasta catturata dalla bellissima cover di questo libro. Di solito non mi piace quando cambiano le copertine originali per adattarli alle trasposizioni cinematografiche, però devo ammettere che i colori molto accesi hanno catturato tutta la mia attenzione e rispetto all'originale italiana... bé non ci sono dubbi! Voi che dite, la pensate come me?
Il titolo originale di questa storia è La pendola magica del 1973. A quanto ho letto era stato scritto originariamente per un pubblico adulto, ma non avendo avuto il successo sperato è stato riadattato dall'autore stesso per farlo diventare un libro per ragazzi. Ed effettivamente leggendolo non vedo come non poteva essere per un pubblico tale.

Siamo nel 1948, Lewis è un bambino di dieci anni, un po' cicciottello e amante dei libri, sopratutto adora la storia e le sue guerre. Divenuto orfano è costretto a trasferirsi a casa dello zio Jonhatan, di cui sa solo che è un giocatore di poker, che fuma e beve. Messo in guardia da due zie battiste, Lewis durante il tragitto in pullman è molto in ansia, ma quando finalmente incontra lo zio si renderà conto che è si un uomo molto bizzarro, ma anche buono che lo farà subito sentire a proprio agio all'interno dell'imponente villa.
La casa, che sarà il fulcro della storia, è una vecchia villa di tre piani, piena di stanze inutili e inutilizzate. Una sua caratteristica, che metterà molta curiosità in Lewis, è che ogni stanza ha un orologio funzionante, ma la cosa ancora più bizzarra sarà scoprire che ogni notte lo zio facendo il giro della casa li spegnerà tutti uno ad uno...
Altra figura importante sarà la vicina di casa, la signora Zimmermann, altrettanto strana e particolare, adora il viola e si battibecca continuamente con lo zio Jonhatan, come una vecchia coppia di amici.
Lewis ha un mese prima che cominci la scuola e in questo lasso di tempo avrà modo di esplorare la zona circostante...
Non voglio aggiungere altro perché essendo un racconto breve ho paura di rovinarvi la sorpresa, sappiate solo che è molto carino e si legge velocemente. Ho apprezzato che l'autore non si sia perso in inutili fronzoli tanto per allungare la storia ma abbia raccontato le vicende in modo dettagliato e conciso; ammetto però che un finale un po' più lungo e avvincente, avrebbe fatto la differenza, quando invece mi è sembrato troppo frettoloso e scarno. Detto questo non vedo l'ora di vedere il film che secondo me questa volta supererà di gran lunga il libro con tutti gli effetti speciali di oggi  ;)

5 commenti:

  1. L'ha letto una mia amica, e, come te, gli ha assegnato il medesimo voto.... Io però mi sorprendo ancora indecisa se leggerlo o meno ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda è carino, ma anche breve, sicuramente ho letto di meglio e non parlo dell'autore, ma proprio come profondità della storia...

      Elimina
  2. Sembra carino si, anche se breve, anche a me la cover attira tanto, quelle originali fanno pena XD
    Son curiosa anche di vedere il film :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ecco.... le cover originali sono bruttine.... :P

      Elimina
  3. Peccato che sia così breve, l'ho letto anch'io e condivido il tuo pensiero in toto, Soprattutto sul finale che poteva essere più avvincente. Comunque dai è pur sempre del 73 ;)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...