sabato 17 luglio 2021

Recensione "Il sogno di Nova" di Massimo Valentini

Ciao a tutti! Ieri ho fatto la seconda dose e oggi mi sento un po' rallentata, un leggero indolenzimento di tutte le ossa, ma per il resto benissimo. Anche questo pensiero è stato tolto, ora per cortesia che questo virus la smetta di stressare... grazie :P Prendendomi un giorno di vacanza proprio per il vaccino, ho avuto modo di terminare il libro di fantascienza di Valentini, libro che mi ha fatto uscire dalla mia confort zone e che mi ha stupita piacevolmente. Forse da oggi qualche altro libro di fantascienza romantica potrei prenderlo in considerazione... chissà! Bella storia e bel libro. 
Titolo:
 Il sogno di Nova
Autore: Massimo Valentini
Genere: Fantascienza
Pagine: 232
Editore: Saggese Editori
Data di uscita: 5 marzo 2021

IBS.it

AMAZON

Anno 2446 d.C. Sotto la pioggia scrosciante di un mondo oscuro, dominato dalla robotica e dall'unione tra la carne degli esseri umani e il silicio dei computer, essere interi è un vero e proprio stigma e tutti sfoggiano il proprio status di persone potenziate da arti meccanici e organi artificiali. In questa società ipertecnologica e artefatta esiste, però, una donna diversa sia dalle macchine che dagli esseri umani. Preziosa per alcuni e pericolosa per altri, Nova è inseguita da individui spietati che cercano di ucciderla, di coglierne il segreto, e da altri che tentano di salvarla. Nella corsa per sfuggire a un mondo ostile che non riconosce, interroga se stessa sul confine tra ciò che è umano e ciò che non lo è, tra chi è in grado di provare vere emozioni e chi di riprodurne una squallida imitazione. Solo quando un nuovo sentimento sboccia nel suo cuore, la ragazza conoscerà il segreto fatto di "femminilità e fuoco", che la porterà a scelte radicali pur di veder trionfare il suo sogno radioso sull'oscurità delle macchine.
Amo il fantasy, ma non so perché non ho mai voluto leggere libri di fantascienza, nonostante poi mi sia capitato diverse volte di vederne i film in TV... che tra l'altro mi piacciono molto.
Con i libri invece ho sempre avuto un limite, forse perché preferisco vedere gli effetti speciali realizzati, ma in tutta sincerità non lo so spiegare per davvero.
Un giorno però mi è giunta una mail di un autore a me sconosciuto per propormi il suo libro. Sotto consiglio di una cara amica blogger, amante di questo genere, decido di buttarmi in questa avventura e dare fiducia sia a lei, che all'autore stesso che a pelle mi ha subito trasmesso positività.
Ebbene... oggi ho terminato Il sogno di Nova, una storia di fantascienza ma che al suo interno racchiude una romantica storia d'amore e che... sì mi è piaciuto.
Per me è stata una nuova esperienza, l'ultimo libro letto appartenente a questo genere l'risale a quando ero una ragazzina, e non mi aveva convinta.
Il libro di Valentini invece mi ha saputa intrattenere con la sua scrittura facile da leggere. Il suo mondo è di un futuro non troppo difficile da immaginare. Siamo nel 2446, in una New York perennemente piovosa, in cui il sole è un pallido disco che non si vede più da tantissimo tempo. Le persone hanno migliorato le proprie prestazioni grazie a congegni elettronici e robotici; è possibile infatti perfino modificare o bloccare le proprie emozioni. La possibilità di annullare o diminuire le debolezze, ha reso gli uomini avidi. Tutti sono ormai un misto di carne e metallo, tranne pochissimi che, definiti "interi", sono considerati lo scarto della società, perché inutili e inefficienti.
Maximilian è un emarginato... un "intero", odia le macchine, i robot.... questo perché è stato suo padre a creare la tecnologia che ha dato il via alla rivoluzione della robotica. Gli esseri umani tendono sempre alla perfezione, all'immortalità, ecco che appena possibile sostituire un pezzo, migliorarne un altro ha fatto sì che i robot prendessero sempre più spazio nel loro mondo.
E poi c'è Nova, una donna che non è una macchina, ma non è nemmeno una umana. Suo padre, il suo creatore, è proprio quell'uomo che Maximilian odia tanto. Le loro strade sono destinate ad incontrarsi, ma lei è speciale e il suo segreto fa gola a qualcuno e deve scappare....

Era nata per essere perfetta. Niente di meno. Questa era la sola consapevolezza.

Il sogno di Nova è una storia che mi ha piacevolmente stupita. Il linguaggio è facile da leggere, magari qualche termine a me "strano" mi ha fatto storcere il naso, sicuramente per mia ignoranza da "fantascienza" ma in fin dei conti perfettamente in linea col genere di appartenenza. E' anche vero che ogni tanto qualche pezzo l'ho dovuto rileggere, per afferrarne meglio il senso; avevo la sensazione che mancassero frasi per spiegare meglio una determinata situazione, come se fossero state omesse o tagliate... comunque la lettura è stata piacevole, il finale poi potente. 
Le vicende sono narrate in sequenza temporale, pian piano si entra sempre più nel vivo della questione e si inizia a patteggiare per gli eroi. L'autore ha arricchito tutto il narrato di descrizioni, riflessioni interiori che hanno riempito la storia di molti particolari e momenti in cui noi stessi arriviamo a farci delle domande. I protagonisti si trovano in una situazione altamente scomoda da affrontare, piena di pericoli e gente spietata. La libertà sembra lontana, ma raggiungerla è l'unica priorità. E poi c'è l'amore.... per la vita, per i propri simili, per la famiglia.... l'amore, l'amicizia vincono sempre anche se a volte richiedono sacrifici. Alcuni colpi di scena mi hanno tenuta sempre in allerta, poteva succedere di tutto!
Il finale poi ti spezza e in quel momento provi una rabbia ingiusta, oltre ovviamente a detestare l'autore.... ma poi nel momento in cui giri l'ultima pagina e chiudi il libro, sarà solo una parola che apparirà nella tua mente.... Bello!

Recensione di

4 commenti:

  1. Uhm.. Non so.. interessante ma non fa per me; ottima recensione; grazie

    RispondiElimina
  2. Ciao cara! Devo ammetterlo: la storia mi incuriosisce *^* me lo segno!

    RispondiElimina
  3. Anche io ho fatto la seconda dose e preso un giorno di ferie ^_^
    Speriamo davvero che questo virus decida di lasciarci in pace.
    Grazie per la bellissima recensione, questo libro è molto intrigante.

    RispondiElimina
  4. Ciao Simo, anche a me "Il sogno di Nova" è piaciuto molto. L'autore, a mio parere, è molto bravo, perché oltre a saper raccontare la storia, riesce a fare riflettere su temi esistenziali importanti. Ottima recensione...riesci sempre a dare un'opinione precisa e accurata sui romanzi che leggi. A presto!

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...