domenica 2 maggio 2021

Book Tag: Giornata mondiale dei Bloggers!

 

Buongiorno a tutti! Oggi è la Giornata mondiale dei Bloggers... sinceramente non sapevo ce ne fosse una e la cosa mi ha rallegrata parecchio.

...un po' di storia...

Il giorno del 2 maggio a partire dal 2010 si celebra la Giornata mondiale dei bloggers
Siccome il “blogging” (l’attività di scrivere su un blog) sta cambiando i media nei vari paesi, come qualsiasi fenomeno che lascia un segno nella società, necessita di un movimento.

Il movimento del World Bloggers Day ebbe inizio a Cebu, nelle Filippine, con lo scopo di connettere il maggior numero possibile di comunità di bloggers di tutto il mondo. 
Nel 1997 in America, il 18 luglio 1997 è stato scelto come data di nascita simbolica del blog, riferendosi allo sviluppo, da parte dello statunitense Dave Winer, del software che ne permette la pubblicazione. Il primo blog è stato effettivamente pubblicato il 23 dicembre dello stesso anno, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano, che decise di aprire una propria pagina personale intitolata RobotWisdom per condividere il suo hobby; coniò la parola web-log per descrivere la lista di link del suo sito. Nella primavera del 1999 invece Peter Merholz propose l'abbreviazione blog sul suo sito. 
Dobbiamo tutelare la nostra libertà di espressione, ricordandoci che molti hanno anche perso la vita solo per aver dichiarato la propria opinione "scomoda" sul proprio blog.
Ricordiamo Omid Reza Mir Sayafi, blogger iraniano, che ha perso la vita in prigione per aver criticato l’Islam sul suo blog. Come lui, nel 2011 è morto in un carcere Zakariya Rashid Hassan al-Ashiri e il brasiliano Edinaldo Filgueira, solamente per aver denunciato i misfatti del governo locale; O Pham Minh Hoàng, blogger vietnamita, che si occupa di diritti umani e corruzione, al quale è stata revocata la nazionalità con l’accusa di aver violato la sicurezza nazionale. Anche Aleksej Navalny, Olfa Riahi, Asif Mohiuddin, Zeng Jinyan hanno criticato i governi e i fondamentalismi religiosi, denunciato i soprusi e difeso i diritti umani e la libera espressione grazie ai blog.
Oggi in occasione di questo evento, insieme ad altre amiche blogger, Dolci, Manuela, Chicca e Susy, festeggeremo questa ricorrenza rispondendo ad una precisa domanda:

L'incontro più bello che hai fatto da quando sei book blogger


Inizio partendo a dire che ho aperto il blog il 13 dicembre del 2017, era da tempo che ne avevo l'intenzione, ma mi è sempre mancato il coraggio. Avevo paura che non mi avrebbe calcolato nessuno, paura di mettermi in gioco, paura soprattutto di prendere un impegno a cadenza così regolare. Sbagliavo tutto! Perchè da quando ho aperto il blog ho imparato a gestire mille cose. Ho acquisito fiducia in me stessa, ho imparato a esprimere a parole quello che pensavo nella mia testa di un libro. E ho imparato a scrivere. Cioè non è che non sapessi scrivere, ma credetemi che dire a parole cosa si pensa di un libro e scriverlo sono due cose completamente diverse. Riuscire a fare delle recensioni senza spoilerare, senza dire troppo, ma nello  stesso tempo far capire perchè un libro mi è piaciuto (o anche no) è una cosa che ho imparato pian piano. Se vado a leggere la mia prima recensione mi fa davvero ridere e anche piangere... ecco non vi invito a cercarla, vi prego... non fatelo ahhaahah

Ma scrivere grazie al blog non è tutto, perché da qui si sono aperte così tante porte che non avrei immaginato. Contatti con autori, contatti con le case editrici, contatti anche con tanti pazzi che ho avuto il dispiacere di incontrare, ma tutto è stato ESPERIENZA. Ho imparato a gestire dei rapporti umani con persone sconosciute che non avrei mai immaginato. Mi è capitato di tutto... Ho avuto a che fare con autori a cui ho dato tanto e che poi mi hanno cancellata dalla loro vita senza nemmeno darmi una spiegazione. Ho avuto a che fare con pazzi che volevano denunciarmi per recensioni mai fatte. Ho avuto a che fare con autori arrabbiati perché ho dato 3 stelle al loro libro. Ma... ho avuto a che fare anche con tante persone speciali, autori e amiche blogger che mi hanno riempita il cuore e le giornate. Ho avuto brutte esperienze sì, ma non c'è paragone con le gioie che ho vissuto grazie al blog.

Ed eccomi finalmente giunta a rispondere alla domanda, dopo questa lunga premessa: l'incontro più bello che ho fatto da quando sono blogger. Se devo intenderlo come incontro fisico, bè ne ho uno che non dimenticherò mai: LA FIERA DEL LIBRO DI TORINO 2019. 

Avevo il pass blogger! Sono entrata gratis alla fiera nazionale del libro perché ero una book blogger!!!! Ero così emozionata e felice che ancora se ci penso sorrido.
Da Palermo ho preso l'aereo per arrivare a Saronno dove risiede la mia famiglia e da là un treno mi ha portata a Torino. Ci sono andata per due giorni, ho fatto andata e ritorno da Saronno per due giorni, due ore all'andata e due al ritorno... è stato davvero stancante ma ero così felice che lo ricorderò per sempre, con la speranza di poterlo rifare ovviamente!
Ho incontrato alcune amiche blogger, ho parlato con le CE, ho incontrato alcuni autori come Eveline Durand, Betty Nakaichi con cui ho instaurato anche uno splendido rapporto. La bellissima e bravissima Pamela della CatNip Design. Giravo per quegli stand col mio pass in bella vista al collo e mi sentivo una professionista. Io ero felice! Ecco questo fino ad ora è stato "l'incontro più bello" da quando sono blogger, perché in un solo posto ho incontrato tutti o quasi e ho fatto un'esperienza meravigliosa.

Alla fine posso tranquillamente ammettere che creare Il Mondo di SimiS è stata l'idea più geniale che possa aver avuto. E' un'attività che mi prende al 100%, tutti i giorni... ma è la mia creatura, l'ho creato io, SONO io, ha il mio stile... fiori, colori e farfalle, sono una sognatrice ancora bambina... e questo è il mio mondo!

8 commenti:

  1. Anche io ho amato la magica atmosfera delle fiere librose! Conoscere di persona autori e colleghi blogger è un'emozione fantastica

    RispondiElimina
  2. Fantastico.
    Non sapevo che oggi fosse la giornata dedicata a noi bloggers.
    L'incontro più bello, non l'ho ancora fatto, perché in questo ambiente ho conosciuto uno dei miei amici più cari, ma tra Covid e lontananza, non ci siamo ancora stretti la mano.
    In compenso, ho conosciuto diversi altri colleghi ed è stato divertente.
    Se fossi una book blogger andrei anch'io alle fiere del libro, ma non è il mio settore.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  3. Forza Simona devi esserne molto fiera per quello che fai....continua così ...un caro saluto ciao

    RispondiElimina
  4. La Fiera del Libro di Torino 2019 rimarrà per sempre nel mio cuore, per me è stata specialissima.

    RispondiElimina
  5. Spero di andarci anchì'io prima o poi. Penso che la magia di questi posti sia qualcosa di unico e meraviglioso e la capisce soltanto chi come noi coltiva questa passione così meravigliosa che ci rende tutte uguali. Speriamo di poterlo rifare presto

    RispondiElimina
  6. Non sapevo avessimo una giornata tutta nostra! Felice di saperlo; ottimo post

    RispondiElimina
  7. non sono mai stata a Torino ma è una cosa che desidero da sempre, prima o poi riuscirò ad andare e tenere cari nel cuore ricordi come il tuo!

    RispondiElimina
  8. Simo, bellissimo post. Credo che sei nata per essere una blogger: professionale, precisa e soprattutto amante dei libri.

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...