lunedì 1 marzo 2021

Recensione "Crave" di Tracy Wolff

Buongiorno a tutti! Ho finito Crave... ta ta taaa... musica d'effetto. Credetemi mi son divertita a scrivere la recensione, non volevo smettere, avrei parlato all'infinito, e vi chiedo immensamente scusa se mi sono dilungata troppo... 
Titolo:
Crave
Autore: Tracy Wolff
Genere: Paranormal Romance
Pagine: 450
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 2 febbraio 2021

IBS.it

AMAZON

In seguito alla morte improvvisa dei genitori, Grace è costretta a lasciare la sua amata San Diego e trasferirsi in Alaska, terra di cui non conosce praticamente nulla. Il primo impatto non è dei migliori: un atterraggio da panico su una pista ghiacciata e un viaggio rocambolesco a bordo di un gatto delle nevi, a temperature polari. Tuttavia, quando arriva alla Katmere Academy, la scuola esclusiva di cui suo zio è preside, la ragazza non può che rimanere a bocca aperta alla vista della sua nuova casa: un maestoso castello con le torri che svettano nel cielo nero. Ma l'incanto svanisce in fretta. Tempo un quarto d'ora e Jaxon Vega, il leader indiscusso della scuola, la minaccia e le intima di tornarsene da dove è venuta. Benché indignata e confusa dalle sue parole, Grace è affascinata da quel ragazzo misterioso, con il volto solcato da una cicatrice e gli occhi scuri che celano a stento una grande sofferenza. E decide di scoprirne ogni segreto. Più indaga, però, più si rende conto che Jaxon e i suoi compagni sono tutto fuorché comuni studenti e che alla Katmere Academy niente è come sembra. Quando il soprannaturale fa irruzione con prepotenza nella sua vita, Grace si aggrappa disperatamente all'unica cosa che considera reale: i sentimenti che prova per Jaxon. Saranno sufficienti a permetterle di sopravvivere in un mondo in cui i mostri esistono e non si nascondono sotto il letto?
Appena ho visto la cover di questo titolo tra le nuove uscite della Sperling sono subito rimasta colpita dalla somiglianza col tema di quelle del mio adorato Twilight... Sarà forse il fiore bianco con screziature rosse e lo sfondo nero? Comunque... Mi documento un po' in giro e appena scopro che ci sono anche i vampiri non ho più dubbi: devo assolutamente leggerlo.
Avevo nostalgia di qualche storia romantica adolescenziale che mi riportasse indietro nel tempo ... dov'era il mio Edward? Era là, ma col nome di Jaxon!
Inizio il libro con tantissime e alte aspettative. La scrittura dell'autrice è bella fluida e frizzante e in men che non si dica sono già a buon punto. Adoro questa storia, almeno fino all'inizio...
Non ho più 20 anni ok, ma tornare ragazzina con il belloccio e sexy di turno non mi dispiace per niente. Uno sguardo penetrante, delle labbra carnose che mordono una fragola... be', il mio stomaco era pieno di farfalle. Ma partiamo dall'inizio...

Siamo in Alaska e Grace, la protagonista, dopo aver perso i genitori in un incidente, si trasferisce alla Katmere Academy, college in cui lo zio è preside. 
Pochi mesi prima Grace è rimasta orfana, il suo mondo è crollato, la sua vita ha bisogno di cambiamenti, e trasferirsi dalla calda e assolata San Diego al gelido Monte Denali, la vetta più alta del Nord America, mi sembra una gran bella mossa!
Tra il poco ossigeno per l'altitudine e il freddo glaciale, Grace dovrà affrontare mille difficoltà. Ma la  più cocente sarà il gelido benvenuto del ragazzo più sexy della scuola che, senza neanche pensarci, la invita gentilmente a sloggiare!
Non sappiamo nulla, chi è, perché si comporta così... ma è palesemente certo che il suo avvertimento era da tenere in alta considerazione, visto che fin dalla prima notte trascorsa nel college, Grace sarà vittima di ogni tipo di incidenti.
Non passerà giorno in cui non si farà male, rimandando ogni volta il giorno del suo ufficiale inizio delle lezioni. Ma nel frattempo farà la conoscenza di sua cugina Macy, che sarà anche la sua compagna di stanza, Flint un altro bellissimo e affascinante ragazzo che l'aiuterà in diverse occasioni e ovviamente qualche altro alunno.

Il libro è raccontato da Grace stessa, in prima persona, e insieme a lei scopriremo pian piano cosa nasconde questa scuola. Gli studenti sono divisi in quattro fazioni, non sono ragazzi comuni, ma hanno delle caratteristiche fuori dalla norma.
Fin da subito l'attrazione per Jaxon, il leader dell'Ordine, è immediata. Bello, sexy, statuario... arrogante e cattivo, è il maschio alfa che qualsiasi donzella vorrebbe per se... ma è inavvicinabile, tutti se ne tengono a distanza, tranne Grace, ovviamente.
Si attirano come calamite, e l'unico obbiettivo di Jaxon è difendere Grace e salvaguardarla da tutti i pericoli. Il principe e la donzella in pericolo.
Solo a guardarlo si avverte una sensazione di pericolo. Stargli accanto è come camminare su una fune a trenta metri d'altezza senza rete di protezione. E desiderarlo come lo desidero io... è un po' come tagliarsi una vena e guardarsi dissanguare.
La storia mi è piaciuta, ma in alcuni punti l'ho trovata anche imbarazzante. Non so se è colpa della mia età, o dell'autrice che ha alleggerito con pensieri futili della protagonista stessa alcune scene che invece, a mio parere, necessitavano tanta tensione. 
Ma se da una parte il libro inizia meravigliosamente, sul finale invece diventa tragico e ridicolo. A parte il cliffangher finale che lascia davvero, ma davvero... e dico davvero... male.
Per tutto il libro Grace è vittima di incidenti, e Jaxon è là per difenderla... sempre... Terremoti, rami che si spezzano, ragazzi pazzi... lampadari che ondeggiano... caviglie slogate, spalle lussate, vene tagliate di netto... la povera Grace è un colabrodo. Questa ragazza comunque è divertente, ha molta ironia e in alcuni punti ho sorriso per le sue ridicole riflessioni.
Forse è per questo che , invece di aggirarlo e tornare di corsa al castello come dovrei, lo guardo dritto negli occhi e gli dico: «Sì, non devo rispondere a te.»
Ride. Ride davvero. Ed è il suono più arrogante che abbia mai sentito.
«Tutti rispondono a me... prima o poi.»
Ossignore. Che grandissimo coglione.
Jaxon è un duro, ma alla fine si dimostra un bravo cucciolo mansueto, mi sarebbe piaciuto vedere un po' di più questo ragazzo come il macho della situazione, invece dopo poco è un semplice ragazzo vittima di una nomea.

Il libro si legge con piacere, la scrittura è molto bella, con descrizioni che ci faranno immaginare tutto l'ambiente circostante, dalla scuola che è un castello con tanto di Gargoyle, al freddo glaciale esterno che si percepisce molto bene. Però poi a mio giudizio si è persa nella troppa leggerezza. Non so se l'intento dell'autrice fosse proprio quello di alleggerire le situazioni, ma ai miei occhi ha reso, ad esempio, una scena importante nel finale davvero ridicola. Ovviamente non posso dirvi di cosa si tratta, ma in un momento in cui la protagonista sta per morire davvero o mentre scappa rincorsa dal suo possibile assassino, lei inizia a fare pensieri futili e ridicoli, togliendo tutta la tensione che la scena meritava, rovinando l'atmosfera, ammetto che mi è sembrato di leggere scene da Scary Movie.
Non voglio poi prendere il discorso sul fatto che nello stesso mondo ci sono delle razze di "mostri" per me incompatibili, ma [ALLERTA SPOILER] Vampiri e Draghi? ma in quale mondo fantasy??? (per visualizzare evidenziate la banda nera), ma forse sono io di gusti raffinati.

Dopo tutto questo però, se chiudo gli occhi e mi immagino ragazzina... tutto assume un aspetto diverso, almeno credo... in ogni caso leggerò sicuramente il seguito perché devo assolutamente sapere come continua, anche se le ultime parole dell'autrice in una nota ci invitano a leggere in anteprima il primo capitolo del libro dal punto di vista di Jaxon... Cooosa? cioè il seguito non è la continuazione ma lo stesso libro dal punto di vista del ragazzo?  Mi auguro sinceramente di NO... comunque nelle prime 4 righe di questo primo capitolo ci sono 3 cazzo e 1 merda... un po' scurrile il ragazzo... come presentazione non ci si può lamentare ahahahah

Recensione di

7 commenti:

  1. Uhm... vedremo quando lo leggero'; grazie per la recensione

    RispondiElimina
  2. Mi trovo d'accordo sullo spoiler e sul finale.
    Con altri toni, meno grotteschi, il romanzo mi sarebbe piaciuto sicuramente di più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicissima di non essere allora l'unica a pensarlo.

      Elimina
  3. mi hai incuriosito...lo leggerò e ti dirò.....grazie;)

    RispondiElimina
  4. Mi ricorda Twilight. La tua recensione come sempre è perfetta. Non ho letto lo spoiler, perchè potrei leggerlo futuro, ma sembra che il libro ti abbia divertito.

    RispondiElimina
  5. Bè... un bel trash non c'è dubbio. Condivido con te le critiche sul finale e la leggerezza, quasi stupidità di molte scene e dialoghi... "si ma lui è un dra..." ahahhahaah questa è stata la goccia che mi ha fatto morir da ridere XD

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...