lunedì 12 agosto 2019

Recensione "Stranger Things. Buio sulla città" di Adam Christopher

Caldo? ma nooo che dite... si sta super bene! Grazie al fato viviamo nell'era della tecnologia e il condizionatore mi aiuta a respirare. Sicuramente io sono particolarmente sofferente al caldo, ma che ci posso fare? 
Con difficoltà ho finito la seconda novella dedicata alla serie Stranger Things che serve per darci un quadro maggiore sulle vite dei protagonisti. Ci sarà sempre anche l'intento commerciale di dare di più per vendere di più, però sto subendo la reazione contraria... mi sta venendo a noia... anche perché stavolta questo libro è proprio tutta un'altra storia e nella recensione capirete perché.
Titolo: Stranger Things. Buio sulla città
Autore: Adam Christopher
Genere: Science Fiction
Pagine: 385
Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita:  4 Giugno 2019
Un prequel che racconta fatti mai visti negli episodi di Stranger Things e svela un tassello mancante del passato di uno dei personaggi più amati della serie, il capo della polizia Jim Hopper. Hawkins, Natale 1984. Il capo della polizia Jim Hopper ha sempre odiato questo momento dell'anno: troppo dolorosi i ricordi, troppo pesante la solitudine. Ora, però, tutto è cambiato. Ora con lui c'è Undici, e Hopper, dopo averla salvata, vuole darle serenità e protezione, come un buon padre. Ma la sua figlia adottiva sembra avere altro in mente. Ha trovato nello scantinato una scatola con su scritto «New York», piena di documenti, fotografie e nomi sconosciuti e ha tutta l'intenzione di non dargli tregua finché Hopper non le racconterà tutto. Tutta la verità che lui ha cercato di dimenticare, la porta segreta sul suo passato. New York, estate 1977. Reduce dal Vietnam, Hopper è riuscito a ricostruirsi una nuova vita: ha una moglie che ama, una bambina che adora, un posto da detective alla squadra Omicidi. Quando la città viene sconvolta da una brutale scia di delitti, compiuti con lo stesso macabro rituale, Hopper si mette sulle tracce di uno sfuggente serial killer. È disposto a tutto pur di risolvere il caso, persino a infiltrarsi tra le più temibili bande di strada. Finché, proprio a un passo dalla verità, un black-out avvolge la città che non dorme mai, gettando Hopper in un abisso da cui nessuno può riemergere indenne.
Hopper... se siete amanti della serie TV Stranger Things sapete già chi è, e aggiungerei anche molto bene; per chi invece ne è all'oscuro, ve lo presento io: Jim Hopper è il capo della polizia di Hawkins, un orso buono, fa il duro, ma in fondo è un tenerone. Sarà uno dei protagonisti fondamentale della serie televisiva, un elemento molto importante da cui dipenderanno tante vite.
In Buio sulla città, avremo una storia nella storia, perché inizia con Hopper che, nel presente 1984, durante le feste natalizie con Undi, per passare il tempo, decide di raccontarle qualcosa del suo passato.
C'è stato infatti un periodo della sua vita nel 1977 in cui aveva vissuto a New York, quando ancora era sposato con Diane e c'era Sara di pochi anni. La sua era una famiglia unita e felice.
Appena Hopper inizia a raccontare, l'attenzione si sposta e inizierà così una nuova storia e precisamente ci si aprirà davanti un bel thriller. Ogni tanto si ritornerà nel presente (1984) con piccole scenette di poco spessore, solo per ricordarci che questo libro appartiene alla serie di Stranger Things.
Siamo a New York. Al detective Hopper viene assegnato un nuovo partner, la detective Delgado, nel '77 una donna come collega fa chiacchierare un po'...
Insieme dovranno lavorare su un caso che però pochi giorni dopo gli verrà tolto da degli agenti segreti. Ma loro, sentendosi derubati dopo mesi di indagini, non si daranno per vinti e, all'insaputa di tutti, continueranno a lavorare sul caso. Ovviamente cacciandosi nei guai, sopratutto quando Hopper dovrà sparire e fare l'infiltrato.
Mi piacciono i thriller, sì... devo dire però che non è proprio il mio genere preferito, sopratutto quello poliziesco, se proprio devo preferisco vederli in TV.  Sono sincera sul fatto che quando ho scelto di leggere questo libro, l'ho fatto solo perché apparteneva alla serie di Stranger Things senza badare bene alla trama... errore mio lo ammetto!
Quindi tanto per dirla tutta, sono stata poco motivata da questa lettura, che però alla fine si è dimostrata coinvolgente. La scrittura è molto scorrevole e le descrizioni ti permettono di entrare perfettamente nella storia... indagini, colpi di scena, bande criminali... gli ingredienti ci sono tutti e lo scrittore è stato veramente bravo perché nonostante le mie reticenze è riuscito ad incuriosirmi.
Le ultime pagine sono quelle che mi hanno coinvolto maggiormente, il caso si fa più interessante e un sottile e piccolo collegamento ci riporta agli esperimenti sulla psiche umana dell'acclamata serie TV. Alla fine, anche se come dicevo prima non lo avrei mai scelto leggendo semplicemente la trama, si è dimostrato un bel libro interessante e ha contribuito a inserire un altro tassello alla grande storia di Stranger Things.
Se siete amanti dei thriller polizieschi questo è il libro che fa per voi, una storia che può benissimo esser letta anche da chi non ha mai visto la serie TV.


Recensione di

12 commenti:

  1. Sembra interessante, bella recensione!

    RispondiElimina
  2. Ecco il secondo libro... adoro la serie Stranger Things, i polizieschi un po' meno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh bè... se il genere non piace allora meglio evitare. Di ST c'è poco, anzi nulla ;)

      Elimina
  3. Questo già mi attira più dell'altro. :)

    RispondiElimina
  4. Non so, la serie Tv mi piace molto, ma queste novelle non mi incuriosiscono proprio :(

    RispondiElimina
  5. Ho in casa il primo libro. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo già è meglio, almeno è più interessante per quanto riguarda la serie TV

      Elimina
  6. Sono tra i pochi che ancora non hanno visto la serie, ma sono attirara dai libri. Grazie Simo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo però i libri non sono la serie, ma solo qualcosa di contorno.

      Elimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...