martedì 3 agosto 2021

Recensione - "Vento in bottiglia e segreti di sirena" di Gaia Peruzzo

Ciao a tutti! Tornata ieri da un week-end lungo al mare abbastanza afoso e soffocante, eccomi subito al PC per scrivere la recensione dell'ultimo libro letto, un fantasy dalle tinte marinaresche. Fa bene cambiare ambientazione e poi leggere al mare storie di pirati e sirene... non c'è nulla di più azzeccato!
Titolo:
Vento in bottiglia e segreti di sirena
Autore: Gaia Peruzzo
Genere: Fantasy
Pagine: 306
Editore: Cherry Publishing
Data di uscita: 9 luglio 2021

AMAZON

Se esiste un luogo delle terre emerse in cui ci si sente soli e dispersi, tra pirati ed esattori, si trova sulle Isole Vermiglie. Rebash non desidera altro che fuggire da quel posto, ma la vita da giocoliere di strada non è sufficiente a pagargli quel viaggio. Quando finalmente si presenta l'occasione, decide di non lasciarsela sfuggire: un fortunato passaggio su una nave e un patto con una strega per cambiare la sua vita. Ma il prezzo da pagare sarà più alto di quello che pensa.

Una nave rubata, un inganno, una bottiglia misteriosa e quattro sconosciuti, prigionieri di segreti e ignari del futuro che li attende, mentre un'antica magia si sta risvegliando tra terra e mare.
Dopo tanti libri per ragazzi e qualche storia romantica, cambiare genere ma soprattutto ambientazione è sempre un piacere. Il libro, di cui vi parlo ora, mi ha conquistata immediatamente innanzi tutto per la cover e poi il titolo non mi lasciava dubbi su cosa avrebbe parlato la sua storia. Siamo in mare, insieme a marinari, imbarcazioni, tempeste e... tanta magia.
Le sirene che popolano le acque hanno potuto scegliere di andare sulla terraferma diventando umane, mantenendo dei particolari poteri; gli uomini le hanno soprannominate streghe. 
Quando una sirena riceve l'amore di un uomo, o di una donna mortale, può diventare umana e riuscire a camminare sulla terraferma, vivendo senza l'ausilio e la protezione del mare. La loro antichità gli concede una connessione con gli spiriti creatori di questo mondo. Spiriti che donano a loro dei poteri, purché rispettino l'equilibrio primordiale della creazione.
Ho adorato questa storia, non solo per l'ambientazione ma, oltre per la lettura scorrevole, anche e sopratutto per i suoi protagonisti.
Intanto ammetto di aver letto la trama solo quando avevo deciso di inserirlo tra le mie prossime letture, un'occhiata veloce che non mi è rimasta impressa abbastanza da ricordare, una volta iniziato il libro, di cosa effettivamente parlasse la storia. 
Il piacere di scoprirla a poco a poco e di capire chi fossero i veri protagonisti è stato incredibile. Questo perché la storia inizia già con una situazione abbastanza critica. Quattro personaggi, tre uomini e una donna, si risvegliano su una goletta, senza ricordare molto su come siano finiti là e soprattutto perché. 
Sono in mare alto, le provviste sono terminate, la loro sopravvivenza dipende soltanto dall'avvistamento di terra ferma.
Pian piano conosceremo queste quattro anime imprigionate ad una sorte certa, finché l'agognata terra compare e scoprono una verità non facile da digerire.
Un demone ha intenzione di frantumare le terre emerse e disperderle. L'unica salvezza è ucciderlo, e solo la donna sulla barca sa come fare... l'unica cosa che resta da fare e riprendere il largo e trovarlo....

Questo che vi ho appena riferito è solo l'inizio di questa grande avventura, perché quello che poi ci si troverà davanti, ci farà capire che al momento abbiamo scoperto solo la punta dell'iceberg.
Ci sono diversi misteri e tanti segreti che le streghe tengono per se. L'avventura è incredibile e le sorprese, che mano a mano si andranno scoprendo, inaspettate.
Fino a quasi metà libro non riuscivo a capire chi fosse il vero protagonista di questa storia. I personaggi sono così ben descritti e con ruoli importanti, che è davvero difficile pensare che invece alcuni sono solo delle comparse.
Una storia ben pensata nei minimi particolari; un intreccio di personaggi e vicende ben narrate e che mi hanno tenuta sulle spine fino alla fine. Per non parlare dei vari colpi di scena lungo tutto il libro che mi lasciavano sempre impreparata. Ho amato i vari personaggi, tutti con un passato e la propria storia interessante.
Si può avere nostalgia di un posto che si è soltanto immaginato, di una persona che non si ha mai sfiorato con le dita, di una presenza conosciuta per caso, per poche parole e pochi istanti, ma peggiore è la mancanza di qualcuno che si ha vissuto e perduto.
Bella la scelta dell'autrice su alcune conclusioni che, anche se con amarezza, ho accettato proprio per la loro crudeltà... non può esserci sempre un lieto fine per tutti e questo rende la storia interessante e piena di imprevisti.
Le troppe descrizioni sono l'unica cosa che invece ho poco amato, ma questo è un mio limite, perché quando leggo sono così curiosa che vorrei subito correre alla fine, e non soffermarmi su particolari che hanno solo lo scopo di darci piccoli e futili dettagli. Alcuni li ho trovati un po' superflui, ma alla fine tutti questi elementi hanno trasformato la lettura in un bel film completo di tutte le immagini.
La storia è auto conclusiva, anche se nell'epilogo l'autrice ha inserito proprio alla fine una frase che mi ha lasciata con un punto di domanda. Suppongo lo abbia fatto proprio per farci un dispetto XD e non credo che avremo mai una risposta certa! ..ma il bello è anche questo.

Amori divisi dal destino, donne coraggiose e che celano segreti... magie nascoste e pericolose.... Vento in bottiglia e segreti di sirena è stata una piacevolissima scoperta; una storia completa, ricca e, per quanto ne so, anche abbastanza originale.

Recensione di

1 commento:

  1. Molto interesante e diverso dal solito; ottima recensione, grazie

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Se quello che ho scritto ti è piaciuto, lascia un segno del tuo passaggio. Te ne sarò grata.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...